Fiat-Chrysler, soglia 500 mln recessi fusione non può essere superata-AD

mercoledì 30 luglio 2014 14:23
 

MILANO, 30 luglio (Reuters) - L'AD Fiat-Chrysler Sergio Marchionne riafferma con forza che, se i diritti di recesso legati alla fusione tra le due società dovesse comportare per il gruppo un esborso superiore ai 500 milioni di euro, l'operazione non si farà.

"Qualcuno nel mercato si è chiesto se la cifra può essere superata", ha detto l'AD nella conference call sui risultati. "La risposta è no, quel numero non può essere oltrepassato per nessuna ragione".

La fusione è subordinata ad alcune condizioni tra cui il via libera dell'assemblea che si terrà il primo agosto e che i diritti di recesso legati all'operazione non siano superiori complessivamente a 500 milioni.

Sul sito www.reuters.it altre notizie Reuters in italiano. Le top news anche su www.twitter.com/reuters_italia