PUNTO 2-Alitalia prepara risposta a Etihad, nodo aumento capitale

mercoledì 30 luglio 2014 20:11
 

(Accorpa pezzi, aggiunge contesto)

di Stefano Bernabei

ROMA, 30 luglio (Reuters) - I negoziati tra Alitalia ed Etihad per l'ingresso della compagnia aerea emiratina nel capitale del vettore italiano hanno compiuto oggi passi avanti e resta ora da vedere se l'impegno finanziario proposto dagli azionisti italiani sarà giudicato sufficiente dal gruppo arabo che vorrebbe chiudere il tavolo entro questa settimana.

Etihad ha chiesto ad Alitalia un rafforzamento patrimoniale per coprire il costo di eventuali contenziosi e/o sforamenti rispetto al bilancio 2014.

Alla fine di una giornata iniziata con un incontro a palazzo Chigi, fonti vicine alla vicenda riferiscono che l'aumento di capitale da 250 milioni approvato la settimana scorsa dall'assemblea di Alitalia potrebbe lievitare a 300 milioni.

L'azionista Poste Italiane (19,48%), società interamente controllata dallo Stato per la quale il governo prepara una Ipo, sarebbe pronto a investire fino a 70 milioni ma a patto di non dover condividere oneri pregressi.

"Si tratta sull'aumento di capitale", ha detto una delle fonti sentite da Reuters. "Per chiudere manca la risposta di Etihad alle condizioni che Alitalia e gli azionisti pongono".

Altre due fonti hanno aggiunto che "l'aumento potrebbe salire a 300 milioni".

Poste, che è già entrato in Alitalia con 75 milioni, ha dato la sua disponibilità per un ulteriore investimento di 70 ma in una nuova mid company e non nella vecchia Alitalia.   Continua...