Borsa Milano prosegue poco mossa, banche positive, giù Fiat e Mediaset

mercoledì 30 luglio 2014 12:59
 

MILANO, 30 luglio (Reuters) - Piazza Affari chiude la mattinata intorno ai livelli di chiusura di ieri, in linea con le altre borse europee alle prese con un'ondata di trimestrali e con i timori legati ai possibili effetti delle sanzioni Ue contro la Russia.

Intorno alle 13 il FTSEmib guadagna lo 0,07%, l'Allshare lo 0,09% e il futures sul FTSEMib resta inchiodato tra 21.000 e 21.200 punti. Volumi sull'azionario per poco più di 800 milioni di euro.

L'indice europeo FTSEurofirst 300 avanza dello 0,01%, i derivati sugli indici Usa sono lievemente positivi.

Positivi i titoli bancari, in particolare le popolari come EMILIA e MILANO, in rialzo del 2,7% circa seppur con volumi modesti. In media il comparto sale dello 0,7% a fronte del +0,5% dello stoxx europeo.

Vivace CREVAL su cui Exane ha avviato la copertura con "outperform" e target 1 ,4 euro.

Tonica anche BANCA GENERALI che ha annunciato ieri dati migliori delle attese secondo Icbpi.

Sale FINMECCANICA (+1,5%) spinta dalla notizia, diffusa ieri a mercati chiusi, che la Procura di Busto Arsizio ha disposto l'archiviazione del procedimento nei confronti della società in merito alla fornitura di 12 elicotteri al governo indiano.

FIAT peggiora dopo i dati e cede l'1,7%: il gruppo ha chiuso il trimestre con utile operativo più debole delle attese, penalizzato dall'America Latina, ma anche da un'inattesa contrazione nell'area Nafta. "Ci si aspettava qualcosa di più a livello di margini", dice un analista, "in particolare Chrysler ha migliorato volumi e price mix, ma il suo Ebit si riduce". EXOR segue con -1,5%.

CNH è poco mossa dopo una mattinata debole. Secondo un trader il titolo ha risentito del profit warning lanciato ieri dalla concorrente Usa, specializzata nel settore agricolo, Agco. Domani darà i risultati trimestrali.   Continua...