Prysmian, ricavi organici su in sem1, impatto WL su margini e utile

giovedì 31 luglio 2014 17:17
 

MILANO, 31 luglio (Reuters) - Prysmian ha archiviato il semestre con ricavi in crescita, mentre margini e utile netto sono stati impattati dai problemi nel progetto Western Link e dai cambi.

I ricavi, si legge in un comunicato del produttore di cavi, hanno registrato una variazione organica positiva dell'1,3%, attestandosi a 3,287 miliardi di euro; escludendo l'impatto di Western Link (WL) la crescita è del 3,4%.

L'Ebitda adjusted è sceso del 27,8%, a 204 milioni (-1,4% escludendo WL), mentre l'utile netto rettificato si è attestato a 59 milioni (-48,7%, mentre escludendo WL la contrazione è del 3,5%). L'utile netto non adjusted è raddoppiato, raggiungendo quota 80 milioni.

La posizione finanziaria netta al 30 giugno scorso era pari a 1,209 miliardi (70 milioni l'impatto di WL), in miglioramento rispetto agli 1,248 miliardi di un anno prima.

Il portafoglio ordini è salito a 3 miliardi.

Al termine della fase di test dei cavi, Prysmian è in grado di stimare la portata dei problemi di WL: allo stato, l'impatto economico nell'intero esercizio 2014 sarà pari a 94 milioni, mentre graverà per 167 milioni nell'intera durata del progetto.

Gli analisti, secondo le stime di consensus raccolte da Reuters, prevedevano ricavi pari a 3,383 miliardi, un Ebitda di 263,6 milioni, un utile netto di 71,4 milioni e un indebitamento finanziario netto di 1,189 miliardi.

Nel primo semestre del 2013, Prysmian aveva registrato ricavi pari a 3,622 miliardi, un Ebitda adjusted di 282 milioni e un utile netto adjusted di 115 milioni.

Prysmian, alla luce delle previsioni sull'impatto di WL, ha affinato la guidance sull'Ebitda adjusted a fine anno nel range 506-556 milioni, rispetto al precedente 530-580 milioni .   Continua...