Cir, senza svalutazioni Sorgenia torna in utile in sem1

lunedì 28 luglio 2014 13:44
 

MILANO, 28 luglio (Reuters) - Cir, senza la zavorra delle svalutazioni di Sorgenia, ormai classificata come attività destinata alla vendita e che quindi influisce solo sul risultato netto della controllante, ha archiviato il primo semestre in utile.

L'Ebitda di Cir, che nei primi sei mesi dell'anno ha registrato una flessione a doppia cifra, anche a causa dei minori margini di Sogefi.

E' quanto si legge in una nota della società.

Nel dettaglio Cir ha chiuso il primo semestre con ricavi in flessione del 2,2% a 1,213 miliardi, soprattutto a causa del minore fatturato del gruppo Espresso. L'Ebitda è sceso del 12,2% a 107,7 milioni, come conseguenza dei minori margini di Sogefi, che ha risentito di oneri straordinari di ristrutturazione in Europa, dello sfavorevole effetto dei cambi e del negativo andamento del mercato brasiliano.

Il risultato netto di Cir è invece stato positivo per 5,3 milioni dal rosso di 164,9 milioni di un anno prima. "Tale evoluzione è dovuta alla controllata Sorgenia, il cui contributo al risultato netto consolidato di Cir era stato negativo per 170,7 milioni nel primo semestre 2013 ed è stato pari a zero nella prima metà del 2014", spiega la società in una nota.

Sorgenia ha chiuso il semestre con una perdita netta di 18,4 milioni dal rosso di 206,3 milioni di un anno prima, si cui avevano influito le svalutazioni.

Lo scorso 23 luglio Cir ha sottoscritto un accordo con gli istituti finanziatori di Sorgenia per la ristrutturazione dell'indebitamento della società energetica, che porterà all'uscita di Cir dall'azionariato.

I clienti Reuters possono leggere il comunicato integrale cliccando su

  Continua...