PUNTO 1-Italia-Russia, battuta di arresto per progetto sottomarino

venerdì 25 luglio 2014 17:03
 

(Accorpa pezzi, aggiunge contesto)

ROMA, 25 luglio (Reuters) - Il progetto italo-russo per la realizzazione di un piccolo sottomarino di nuova generazione subisce una battuta di arresto ma Fincantieri nega che ciò sia da attribuire alla crisi ucraina, come sostiene invece un alto funzionario russo.

Un top manager della società russa Rubin ha dichiarato stamane all'agenzia Itar-Tass che il progetto è stato sospeso "per la situazione politica" a seguito delle sanzioni dell'Occidente contro Mosca per l'Ucraina.

Il portavoce del gruppo italiano attivo nella cantieristica navale ha, invece, indicato ragioni di calendario.

"Con nostro dispiacere, a causa della ben nota situazione politica, il progetto è stato sospeso", ha detto alla Tass Igor Vilnit, responsabile del Central Design Bureau for Marine Engineering del gruppo Rubin.

Dalla società russa non è stato possibile, per il momento, avere un commento.

Antonio Autorino, portavoce di Fincantieri, ha detto che una riunione si sarebbe dovuta tenere a metà anno ma è stata posticipata a data da destinarsi per questioni di logistica.

"La parte italiana ha chiesto di rivedere la data dell'incontro del gruppo di lavoro che si sarebbe dovuta tenere a metà anno perchè coincideva con altri impegni di alcuni dei partecipanti", ha detto Autorino negando un collegamento con le tensioni politiche.

"Una nuova data verrà fissata più avanti", ha aggiunto.   Continua...