Monetario, tassi brevissimi intorno a zero, rimborsi Ltro in area 3 mld

venerdì 25 luglio 2014 13:07
 

MILANO, 25 luglio (Reuters) - Il segmento brevissimo sulla curva dei tassi resta fermo a un paio di centesimi oltre la linea di galleggiamento, in un mercato dai volumi contenuti che non sembra risentire del leggero calo della liquidità in eccesso.

Le tesorerie italiane calcolano il 'cuscinetto' dei fondi tra 110 e 120 miliardi di euro, livello ben lontano da quelli della crisi ma considerato più che sufficiente a lubrificare un sistema ancora lontano dal potenziale di piena operatività.

Rallenta intanto sensibilmente il ritmo dei rimborsi di fondi Ltro rispetto al balzo, peraltro anomalo e da mettere in relazione probabilmente all'elevato importo delle scadenze di titoli di Stato, dei fondi riconsegnati in banca centrale.

"A livello di rimborsi ci siamo riportati in area tre miliardi, sulla media delle ultime settimane escludendo questa... il mercato è comunque tranquillissimo, con la parte breve della curva pochi centesimi oltre zero negli scambi sia cash sia repo" osserva il tesoriere di una banca primary.

Relative a giugno, le statistiche Bce diffuse stamane sulle condizioni di salute del credito mostrano un quadro da mesi sostanzialmente inalterato: l'offerta di moneta cresce, nel caso di giugno tra l'altro ben oltre le attese, mentre continuano a diminuire i finanziamenti ai privati.

La contrazione è comunque rallentata - 1,7% dopo il calo di 2% a maggio e a fronte di attese per una caduta di 1,8% - e addetti ai lavori mettono in relazione la lettura moderatamente incoraggiante all'intervento espansivo dell'Eurotower, che ha ulteriormente ridotto il costo del denaro ma soprattutto portato in negativo il tasso sui depositi marginali.

"Non si può certo parlare di un'inversione di tendenza, è però chiaro che la mossa sui depositi fa almeno teoricamente da incentivo a offrire fondi sul mercato... è anche vero, come ricorda sempre Draghi, che molto dipende dalla domanda" spiega l'operatore di un'altra tesoreria milanese.

"A questo punto aspettiamo settembre, quando parte la prima nuova operazione 'mirata' ('tltro') per vedere come si comporteranno le banche" commenta il primo addetto ai lavori.

In occasione del finanziamento a sette giorni regolato l'altroieri il sistema subito un drenaggio netto di poco oltre 2 miliardi.   Continua...