PUNTO 3-Gaza, raid Israele in rifugio Onu: almeno 15 morti. Ban Ki-moon: "Sconvolto"

giovedì 24 luglio 2014 18:25
 

(aggiorna con dichiarazioni segretario Onu, dettagli)

GAZA/GERUSALEMME, 24 luglio (Reuters) - Le forze israeliane hanno bombardato una scuola gestita dall'Onu che offriva rifugio ai palestinesi nella parte settentrionale della striscia di Gaza, uccidendo almeno 15 persone e portando il bilancio delle vittime complessivamente a circa 750 morti.

A dare notizia del bombardamento è stato il ministero della Sanità di Gaza e Radio Israele, senza citare fonti, ha detto che la maggior parte delle vittime nella scuola sono bambini.

L'esercito israeliano non ha commentato l'accaduto mentre, dopo 17 giorni di combattimenti, una tregua resta ancora lontana, nonostante gli sforzi nelle trattative.

Dura la condanna dell'Onu, con il segretario generale Ban Ki-moon che si è detto sconvolto per l'attacco in cui sono morti bambini, donne e personale delle Nazioni Unite.

"Le circostanze non sono ancora chiare. Condanno con forza questo gesto. Sono morte molte persone tra cui donne, bambini e personale Onu", ha scritto Ban in una nota.

Ashraf al-Qidra, portavoce del ministero della Salute di Gaza, ha parlato di almeno 15 morti e di altri 200 feriti nel bombardamento. Il direttore dell'ospedale locale ha detto che diversi centri sanitari attorno a Beit Hanoun nell'enclave costiera sono impegnati a ricevere i feriti.

Oltre 140.000 palestinesi sono fuggiti nei 17 giorni di scontri tra Israele e i militanti di Gaza, molti dei quali cercano rifugio negli edifici gestiti dall'Onu.

Le forze israeliane stanno cercando di impedire ai militanti di Hamas, che governano Gaza, e ai loro alleati di lanciare razzi nel proprio territorio.   Continua...