RPT-Brasile, da asta frequenze 4G possibile aumento fusioni operatori mobili- Anatel

giovedì 24 luglio 2014 10:35
 

(Completa titolo)

SAN PAOLO, 24 luglio (Reuters) - Gli operatori mobili che rimarrano esclusi alla prossima asta di frequenze di quarta generazione saranno maggiormente oggetto di operazioni di fusione secondo il responsabile della competitività dell'autorità per il controllo delle telecomunicazioni brasiliana.

In un'intervista telefonica a Reuters da Brasilia, Carlos Baigorri spiega anche che una fusione fra TIM Participações , controllata di Telecom Italia in Brasile, e GVT (gruppo Vivendi ) "sarebbe molto facile e molto benvenuta" dal punto di vista Anatel. Ieri l'AD di Telecom Marco Patuano, al termine di un incontro con il presidente brasiliano Dilma Rousseff, non ha escluso una fusione con GVT, chiarendo però che una simile operazione non è in agenda al momento.

Nei prossimi giorni intanto Telefonica dovrebbe richiedere l'approvazione dell'autority al ridimensionamento della propria partecipazione nell'operatore italiano attraverso il lancio di bond convertendo in azioni Telecom, operazione che dovrebbe ovviare al conflitto di interesse fra Tim Brasil e Telefonica Brasil.

Fino a poco tempo fa inoltre, secondo Baigorri, molti scommettevano che sarebbe stato Grupo Oi il regista dello smembramento di Tim Brasil. Oggi, invece, proprio il quarto operatore mobile brasiliano si trova più in difficoltà dal punto di vista finanziario a prendere parte all'asta delle frequenze che dovrebbe svolgersi a settembre anche se Baigorri ha "piena fiducia" sul fatto che potrà partecipare. Oi accusa i problemi del partner portoghese Portugal Telecom, cui a causa della recente crisi del Banco Espirito Santo non è stato rimborsato un prestito da oltre 1 miliardo di dollari.

Si parla da tempo di possibili fusioni nel mercato della telefonia brasiliano, dove l'acuirsi della concorrenza e gli onerosi investimenti in nuove tecnologie stanno erodendo i profitti.

Una portavoce di Oi non ha voluto rilasciare dichiarazioni in merito ai commenti di Baigorri.

Sul sito www.reuters.it altre notizie Reuters in italiano. Le top news anche su www.twitter.com/reuters_italia