BORSE ASIA-PACIFICO - Indici in rialzo in scia Wall Street, forte Sydney

mercoledì 23 luglio 2014 08:49
 

INDICE                          ORE 8,30    VAR %   CHIUS. 2013
 MSCI ASIA-PAC.                      506,76   +0,56       468,16
 TOKYO                            15.328,56    -0,1    16.291,31
 HONG KONG                        23.900,08   +0,50    22.656,92
 SINGAPORE                         3.336,55   +0,60     3.167,43
 TAIWAN                              CHIUSA             8.611,51
 SEUL                              2.028,32   -0,03     2.011,34
 SHANGHAI COMP                     2.075,54   +0,05    2.115,978
 SYDNEY                             5.576,7    +0,6    5.352,214
 MUMBAI                           26.097,49   +0,28    21.170,68
    23 luglio (Reuters) - Il principale indice delle borse
dell'area Asia-Pacifico ha toccato un nuovo massimo da tre anni,
dopo che i più importanti mercati della regione, con l'eccezione
di Tokyo, hanno tratto slancio dai buoni risultati societari
Usa, lasciando sullo sfondo le tensioni geopolitiche.
    Intorno alle 8,40 italiane l'indice Msci dell'area
Asia-Pacifico, che non comprende Tokyo, sale
dello 0,57%.
    SYDNEY ha chiuso in rialzo, toccando i massimi da sei anni,
con i guadagni spalmati su tutti i maggiori comparti dopo che
Wall Street ha festeggiato risultati societari robusti. Ma le
tensioni geopolitiche frenano comunque la portata dei guadagni.
    HONG KONG è positiva, con l'indice delle più grandi società
cinesi quotate nel territorio che ha sfiorato i massimi del 2014
in corso di seduta. In rialzo soprattutto i comparti finanziario
ed energetico giudicati sottovalutati dagli investitori. Prada
 guadagna il 3,86%.
    SINGAPORE è salita ai massimi dal maggio 2013.
    SEUL ha chiuso piatta, con gli investitori cauti in attesa
delle stime sul Pil del secondo trimestre e delle nuove misure
del governo per rilanciare l'economia che saranno annunciate
domani.
        
    
Sul sito www.reuters.it le altre notizie Reuters in italiano. Le
top news anche su www.twitter.com/reuters_italia