Intesa Sp, da legge Ungheria impatto negativo netto trim2 65 mln

lunedì 21 luglio 2014 18:32
 

MILANO, 21 luglio (Reuters) - Sul risultato del gruppo Intesa Sanpaolo avrà una ricaduta negativa netta pari a 65 milioni di euro nel secondo trimestre l'entrata in vigore della nuova normativa ungherese sul settore bancario.

Lo dice una nota dell'istituto di credito, precisando che ne risentirà in particolare modo la controllata ungherese Cib Bank e in conseguenza l'utile netto consolidato.

Il riferimento è alla legge approvata lo scorso 4 luglio e pubblicata venerdì scorso 18 luglio che "stabilisce l'annullamento e la conseguente correzione retroattiva dello spread bid/offer applicato ai crediti retail in valuta estera e delle modifiche - che la legge definisce unilaterali - delle condizioni applicate ai crediti retail sia in valuta estera sia in valuta locale" spiega il comunicato Intesa Sanpaolo.

"Poiché Cib Bank intende esercitare il diritto - previsto dalla predetta legge - di avviare un'azione legale per dimostrare che le modifiche delle condizioni applicate ai crediti retail sono state corrette e hanno rispettato la normativa in vigore, i potenziali oneri dei relativi eventuali rimborsi da riconoscere alla clientela non sono ad oggi determinabili" precisa la nota.

Ad oggi non indeterminabili, conclude, eventuali ulteriori oneri derivanti dal via libera - previsto nella seconda metà dell'anno alla normativa - sulla conversione in fiorini deti crediti retail in valuta estera.

La legislazione appena introdotta da Budapest prevede una compensazione a chi avrebbe preso denaro in prestito a tassi "sfavorevoli" da gruppi bancari esteri che operano nel paese.

In base alla nuova legge, le banche attive in Ungheria devono compensare i clienti che hanno sottoscritto in passato prestiti a tassi divenuti 'sfavorevoli'. Si tratta in gran parte di prestiti sottoscritti in valuta straniera (per lo più in franchi svizzeri), molto popolari per il basso tasso di interesse fino alla crisi del 2008 e poi divenuti un problema con l'indebolimento del fiorino.

Per il testo integrale del comunicato diffuso dalla società i clienti Reuters possono cliccare su

Sul sito www.reuters.it altre notizie Reuters in italiano. Le top news anche su www.twitter.com/reuters_italia