Eni, su crisi raffinazione avvio tavoli, ok a riconversione - Guidi

lunedì 21 luglio 2014 16:50
 

MILANO, 21 luglio (Reuters) - A breve il ministero allo Sviluppo economico avvierà due tavoli sulla crisi del settore della raffinazione in Italia e in particolare sulla situazione dell'impianto Eni a Gela.

A dirlo è il ministro, Federica Guidi, nel corso della conferenza stampa al termine del consiglio informale Ue sulla competività fra i ministri dell'Industria.

"Il tavolo sulla raffinazione partirà ad horas e saranno due, uno sulla raffinazione in generale in Italia e un altro nello specifico legato al piano industriale di Eni rispetto ad alcune raffinerie come Gela", ha detto il ministro.

Guidi ha quindi aperto al piano della major petrolifera che, per fare fronte alla crisi dei consumi nel settore della raffinazione, propone di riconvertire l'impianto di Gela alla produzione di bio carburanti. Soluzione che tuttavia non ha convinto i sindacati che hanno confermato lo sciopero generale il prossimo 29 luglio. "Questo è uno dei casi in cui credo ci siano seri e importanti progetti di riconversione industriale, che oltre a tenere conto dell'impatto occupazionale, puntino a mantenere la piena occupazione. Occorre ragionare su piani molto seri di riconversione indusriale verso tecnologie moderne, come la chimica verde, la raffinazione bio fuel, piani seri e credibili che possono dare opportunità molto concrete per avere un'occupazione stabile".

(Giancarlo Navach)

Sul sito www.reuters.it altre notizie Reuters in italiano. Le top news anche su www.twitter.com/reuters_italia