Borsa Milano in ribasso di circa 1%, banche pesanti

lunedì 21 luglio 2014 12:34
 

MILANO, 21 luglio (Reuters) - A fine mattina Piazza Affari si è stabilizzata intorno a un ribasso di circa l'1%, ancora una volta zavorrata dalle tensioni sul fronte ucraino, così come le altre borse europee.

Le perdite della borsa milanese sono superiori a quelle delle altre principali piazze a causa della performance negativa del settore bancario e di alcuni titoli pesanti come Eni (-0,9%).

Intorno alle 12,20 il FTSEMib cede lo 0,99%, mentre l'Allshare scende dello 0,95%. Volumi contenuti, per un controvalore di 650 milioni di euro circa. Il futures sul FTSE Mib segna -0,78%.

L'indice europeo FTSEurofirst 300 perde lo 0,32%. Anche i futures sugli indici di Wall Street suggeriscono un avvio negativo della borsa Usa, con l'eccezione di quello sul Nasdaq, poco mosso.

In controtendenza A2A e SNAM, unici due titoli positivi del listino principale.

Muove intorno alla parità MEDIASET, dopo che venerdì ha ottenuto il via libera dell'Agcom alla concessione in licenza dei diritti televisivi per il campionato di serie A di calcio.

Pesanti i titoli bancari, soprattutto quelli delle popolari. POP EMILIA, che ha appena concluso l'aumento di capitale, cede il 2,2%, seguita a breve distanza da UBI , MPS e POP MILANO.

In deciso calo WORLD DUTY FREE (-2,8%).   Continua...