Borsa Usa rimbalza dopo calo vigilia, Google sostiene S&P

venerdì 18 luglio 2014 18:44
 

NEW YORK, 18 luglio (Reuters) - L'azionario Usa rimbalza dai cali di ieri, quando l'S&P 500 ha accusato il peggiore calo dal 10 aprile scorso, con l'indice benchmark che si avvia a chiudere la settimana in legegro terreno positivo.

Nonostante il movimento di rialzo il mercato tiene sotto stretta osservazione gli eventi internazionali che stanno alimentando le tensioni geopolitiche.

I leader mondiali hanno chiesto di aprire un'indagine internazionale sull'abbattimento dell'areo di linea malese con 298 persone a bordo sui cieli dell'Ucraina, mentre il presidente Usa Barak Obama dice che il jet è stato colpito da un missile terra-aria lanciato da un settore del territorio ucraino controllato dai separatisti filo-russi.

In un contesto di crescente rischio a livello internazionale si registra inoltre l'offensiva di terra di Israele a Gaza che si è intesificata con arieglieria pesante, carri armati e cannoniere, mentre i militanti di Hamas incitano allo scontro.

L'indice di volatilità CBOE à sceso del 17% a 12,07 punti dopo il balzo del 32% a 14,54 della vigilia, il rialzo maggiore da aprile 2013. L'indice che misura il livello di 'nervosimo' dei mercati rimane tuttavia sotto la media storica di 20 punti circa.

Intorno alle 18,40 il Dow Jones sale dello 0,63%, il Nasdaq dell'1,3% mentre lo S&P500 avanza dello 0,87%.

Google balza del 3,4% dopo che il colosso Internet ha annunciato conti trimestrali migliori delle attese e ha detto che il Cfo lascerà il gruppo.

In calo Generali Electric, (-0,9%) dopo i risultati in crescita per il secondo trimestre ma in linea alle attese.

Nel Dow, Ibm cede lo 0,4% dopo aver annunciato vendite di software nel secondo trimestre più deboli delle attese, nonostante i risultati del big della tecnologia siano stati complessivamente migliori delle aspettative.   Continua...