Borse Ue estendono perdite dopo disastro aereo in Ucraina

venerdì 18 luglio 2014 09:59
 

INDICI                           ORE 10,00   VAR %  CHIUS. 2013
 EUROSTOXX50                      3152,13     -0,18  3019
 FTSEUROFIRST300                  1358,98     -0,31  1316,39
 STOXX BANCHE                      189,7      -0,29   194,21
 STOXX OIL&GAS                     360,7       0,11   335
 STOXX ASSICURAZIONI               230,76     -0,47   228,22
 STOXX AUTO                        503,29     -1,34   481,95
 STOXX TLC                         293,32     -0,56   297,6
 STOXX TECH                        283,37      1,2    290,51
 
    18 luglio (Reuters) - Le borse europee estendono le perdite di ieri dopo che
l'abbattimento di un aereo in Ucraina ha rafforzato le tensioni geopolitiche.
    L'indice FTSEUROFIRST300 perde lo 0,3%, il tedesco DAX lo
0,5%, il francese CAC 40 lo 0,1%.
    Tutta l'attenzione è concentrata sulla crisi ucraina. Ieri un aereo della
Malaysia Airlines è stato abbattuto da un missile nell'Ucraina
orientale, teatro di scontri tra forze governative e separatisti filorussi. Sono
morte circa 300 persone.
    Mike van Dulken, responsabile della ricerca presso Accendo Markets, dice che
"la risposta del mercato non è così negativa come ci si sarebbe potuto
attendere" ma avverte che bisogna prepararsi a una fase di "avversione al
rischio".
    Tra i titoli in evidenza:
    
    Il mercato penalizza alcuni dei gruppi più esposti in Russia, come la banca
austriaca Raiffesen (-0,8%), il colosso del retail Metro AG 
(-1,45%) e il produttore danese di birra Carlsberg (-1,2%).
    
    Il disastro aereo si ripercuote sulle compagnie aeree europee. Ryanair
 perde l'1%, Air France quasi il 2% e la tedesca Lufthansa
 lo 0,6%.
    
    La casa francese del lusso Hermès cede l'1,7% dopo aver reso noto
che il tasso di crescita delle vendite nel secondo trimestre ha rallentato a
+9,6%.
    
    Electrolux sale del 4% dopo aver chiuso il secondo trimestre con
risultati leggermente superiori alle attese. Il gruppo ha confermato le stime di
crescita nel mercato domestico e negli Usa grazie ai segnali di ripresa che
continuano a emergere anche in Europa. 
    
    Anche Ericsson chiude il secondo trimestre sopra le attese di
mercato e sale di conseguenza dell'8%.
    
    
    Sul sito www.reuters.com altre notizie Reuters in italiano. Le top news
anche su www.twitter.com/reuters_italia