PUNTO 1-Carige, nuovo filone inchiesta su Centro fiduciario, 5 arresti-Gdf

giovedì 17 luglio 2014 17:24
 

(Aggiunge arresti, dettagli)

GENOVA, 17 luglio (Reuters) - La Gdf ha notificato cinque arresti ed effettuato una nuova serie di perquisizioni a Genova, al Centro fiduciario di Carige di via XX settembre, per un nuovo filone dell'inchiesta relativa ad una presunta truffa ai danni della banca ligure, che ha visto finire in carcere anche l'ex-presidente dell'istituto Giovanni Berneschi.

Le Fiamme gialle riferiscono che sono finiti in carcere Antonio Cipollina, direttore generale del Centro, Gian Marco Grosso, vice direttore e Marcello Senarega, procuratore finanziario. Nuova notifica di arresti domiciliari per Berneschi e per la nuora Francesca Amisano, già arrestata nell'ambito dell'inchiesta principale.

Le accuse sono di riciclaggio e favoreggiamento.

Carige non è stata al momento disponibile per un commento e non è stato possibile raggiungere gli avvocati dei cinque arrestati per un commenti.

Gli inquirenti hanno precisato che si tratta di un nuovo filone di inchiesta che si focalizza sulle attività del Centro fiduciario - che oggi è stato commissariato per sei mesi dal gip Adriana Petri - incaricato di gestire i conti della clientela vip.

Secondo gli investigatori, l'attività dei vertici del centro era orientata a tutelare alcuni clienti - tra cui Berneschi e il suo nucleo familiare - in violazione delle norme antiriciclaggio. Per l'accusa, nelle operazioni del centro sarebbero confluiti oltre 13 milioni di euro di Berneschi, che sarebbero stati poi nascosti in Svizzera.

Lo scorso maggio, Berneschi era già stato arrestato insieme ad altre sette persone, per i reati contestati a vario titolo di associazione per delinquere, concorso, truffa con l'aggravante della sussistenza di delitti contro il patrimonio, riciclaggio e trasferimento fraudolento di valori.

- Sul sito www.reuters.it le altre notizie Reuters in italiano. Le top news anche su www.twitter.com/reuters_italia