July 17, 2014 / 10:29 AM / 3 years ago

PUNTO 3-Mediobanca, via i gruppi con nuove regole patto, Bolloré al 7,01%

4 IN. DI LETTURA

(aggiunge esiti Cda, fonte)

MILANO, 17 luglio (Reuters) - L'assemblea del patto di sindacato di Mediobanca ha approvato alcune modifiche dell'accordo tra le quali l'abolizione della suddivisione in tre gruppi (bancari, industriali ed esteri).

In una nota diffusa nel pomeriggio, i cui contenuti erano stati parzialmente anticipati da una fonte, si ufficializza anche la salita di Vincent Bolloré al 7,01% dal 6,46%. L'imprenditore francese diventa, per effetto della rimozione dei gruppi, il secondo azionista dietro UniCredit che ha l'8,65%. Bolloré ha facoltà di salire fino all'8%.

L'abolizione dei tre gruppi di soci avrà un impatto sul prossimo rinnovo del Cda che avrà luogo con l'assemblea del 28 ottobre. Come riferito dalla fonte, il nuovo consiglio sarà composto da 16-18 membri contro i 20 attuali e vedrà cinque manager della banca, almeno otto indipendenti e un rappresentante delle minoranze. Restano dunque fino a quattro posti da ripartire tra i soci non più in base all'appartenenza ai singoli gruppi ma in base alla quota detenuta.

Le nuove regole del patto prevedono ancora due vicepresidenze: una designata da UniCredit, l'altra dagli altri soci su proposta di Bolloré.

L'approvazione della lista per il rinnovo del Cda richiede la maggioranza dei due terzi delle azioni. Se l'assemblea del patto non fosse in grado di approvare la lista con la maggioranza prescritta, ogni socio avrà la facoltà di presentare una propria lista.

Nella lista proposta dal patto il primo nominativo è quello designato per la presidenza, mentre il secondo è quello designato per la carica di AD.

Un'altra novità riguarda la costituzione di un comitato con funzioni istruttorie e organizzative per formulare le proposte all'assemblea dei partecipanti che è l'unico organo deliberante. Il comitato, che sostituisce il direttivo, sarà composto da almeno 4 componenti tra cui il presidente del patto.

Il patto tornerà a riunirsi il 29 settembre mentre si terrà una riunione del cda il 17 settembre per i conti dell'esercizio 2013/2014.

Lo statuto, in ossequio alle indicazioni di Bankitalia, verrà invece modificato con l'assemblea annuale di ottobre 2015.

Le modifiche del patto sono state approvate all'unanimità e nessun socio ha manifestato volontà di uscire. La soglia di decadenza resta al 25%. Oggi il patto controlla circa il 31%.

Nel pomeriggio si è tenuto un Cda di Mediobanca che ha convocato l'assemblea del 28 ottobre che avrà all'ordine del giorno il bilancio al 30 giugno, la determinazione del numero dei componenti del Cda e la successiva nomina, il rinnovo del collegio sindacale e le politiche di remunerazioni. Quest'ultimo punto, insieme al bilancio al 30 giugno, sarà oggetto della riunione del Cda del 17 settembre.

Oggi il consiglio - ha riferito una fonte - ha esaminato il preconsuntivo che mostra risultati migliori di quelli del precedente esercizio che si era chiuso con una perdita di 180 milioni e il sacrificio del dividendo a causa di svalutazioni sulle partecipazioni per 404 milioni. I primi nove mesi dell'esercizio chiuso lo scorso giugno, invece, vedevano un utile netto già a 395 milioni. La fonte ha dichiarato che non si è parlato di dividendo.

(Gianluca Semeraro)

Sul sito www.reuters.it altre notizie Reuters in italiano. Le top news anche su www.twitter.com/reuters_italia

0 : 0
  • narrow-browser-and-phone
  • medium-browser-and-portrait-tablet
  • landscape-tablet
  • medium-wide-browser
  • wide-browser-and-larger
  • medium-browser-and-landscape-tablet
  • medium-wide-browser-and-larger
  • above-phone
  • portrait-tablet-and-above
  • above-portrait-tablet
  • landscape-tablet-and-above
  • landscape-tablet-and-medium-wide-browser
  • portrait-tablet-and-below
  • landscape-tablet-and-below