BORSE ASIA-PACIFICO, mercati piatti o negativi, sale Seoul

giovedì 17 luglio 2014 08:42
 

INDICE                        ORE  8,30    VAR %    CHIUS. 2013
 ASIA-PAC.                     499,48       -0,11    468,16
 TOKYO                         15.370,26    -0,06    16.291,31
 HONG KONG                     23.466,28    -0,24    22.656,92
 SINGAPORE                     3.302,47     -0,06    3.167,43
 TAIWAN                        9.408,24     -0,81    8.611,51
 SEUL                          2.020,90     0,37     2.011,34
 SHANGHAI COMP                 2.050,98     -0,79    2.115,98
 SYDNEY                        5.522,40     0,06     5.352,21
 MUMBAI                        25.516,31    -0,13    21.170,68
 
    17 luglio (Reuters) - I mercati dell'area Asia-Pacifico hanno chiuso oggi
piatti o in territorio negativo, nonostante i guadagni di inizio seduta, sulla
scia del ribasso nelle borse cinesi.
    Intorno alle 8,30 ora italiana l'indice MSCI, che non
include la borsa giapponese, segna -0,11% a 499,48 punti.
    A TOKYO l'indice Nikkei ha terminato la seduta piatto, nonostante il
deciso progresso registrato in giornata sulla scia dell'andamento di Wall
Street.
    SHANGHAI perde quasi l'1%, con gli investitori in fuga dalle blue
chip e più interessati ad alcuni titoli "growth" sottovalutati o in attesa di
investire nelle Ipo che si affacciano sul mercato.
    "Anche se le condizioni complessive dell'economia e della liquidità stanno
migliorando, manca ancora fiducia, da parte degli investitori, a riversare più
denaro sui titoli di categoria A", ha detto Guo Yanling, senior analyst di
Shanghai Securities.
    Sul mercato di Shanghai calano ai minimi di due settimane le quotazioni del
rame dopo che i timori di un mancato rimborso di bond nel settore edile ha
provocato una serie di prese di profitto. Stabile invece il prezzo
dell'alluminio, che mercoledì ha raggiunto il massimo da 16 mesi dopo il
positivo dato sul Pil cinese.
    Anche HONG KONG è in ribasso, con il titolo di Prada 
piatto.
    TAIWAN chiude a -0,8% dopo le notizie sulla probabile perdita di ordini di
chip di prossima generazione da parte di Taiwan Semiconductor Manufacturing
, arrivata a perdere oltre il 6%.
    Unica piazza positiva SEOUL, che oggi ha toccato i massimi da sette
mesi, grazie agli investitori stranieri. In rialzo il won, la moneta locale,
dopo un calo che si è protratto per alcuni giorni.

    
Sul sito it.reuters.com le notizie Reuters in italiano. Le top news anche su
www.twitter.com/reuters_italia