RPT-Sorgenia, firma standstill con banche attesa prossima settimana - fonti

martedì 15 luglio 2014 18:10
 

(Elimina refuso dal titolo)

MILANO, 15 luglio (Reuters) - L'accordo sulla ristrutturazione del debito di Sorgenia, produttore e venditore di energia elettrica e gas controllato dal gruppo Cir è praticamente pronto: a causa di dettagli burocratici e legali, la firma dello standstill, ovvero la moratoria fino al 30 settembre sul debito della società che si aggira intorno a 1,85 miliardi di euro, è attesa non prima della prossima settimana.

Due fonti vicine al dossier riferiscono a Reuters che, molto proabilmente, la firma dello standstill ci sarà la prossima settimana, ponendo così fine a lungo negoziato che dura da mesi. Lo schema della ristrutturazione è stato definito e l'accordo fra le banche e i soci è di fatto raggiunto, grazie anche all'ammorbidimento della posizione dell'azionista austriaco.

Subito dopo arriverà anche il term sheet che, a seguito di un aumento di capitale riservato, porterà gli istituti di credito a diventare azionisti di Sorgenia, relegando a una quota minima i soci Cir e Verbund.

Il term sheet fra soci e banche e la concessione dello stand still sono passaggi propedeutici all'avvio della procedura di concordato ex articolo 182. Subito dopo ci sarà la presentazione del piano al Tribunale di Milano per l'omologa, consentendo così la convocazione dell'assemblea di Sorgenia per deliberare l'aumento di capitale da 400 milioni riservato alle banche.

L'accordo prevede anche la sottoscrizione di un prestito convertendo da 200 milioni e nuova finanza per 256 milioni.

(Giancarlo Navach)

Sul sito www.reuters.it altre notizie Reuters in italiano. Le top news anche su www.twitter.com/reuters_italia