PUNTO 2-Ue, Juncker eletto nuovo presidente Commissione,punta a 300 mld investimenti

martedì 15 luglio 2014 15:08
 

(Riscrive con dettagli, contesto, voto)

STRASBURGO, 15 luglio (Reuters) - Jean-Claude Juncker ha ottenuto oggi un ampio consenso dal parlamento europeo, che lo ha eletto presidente della Commissione Ue, dopo un discorso in cui si è posto come obiettivo un programma di investimenti da "grande coalizione" che rivitalizzi l'economia europea.

Juncker ha parlato con passione, accendendo la sua ambizione di reindustrializzare l'Europa e far rientrare i 25 milioni di disoccupati Ue, per la maggior parte giovani, nel mondo del lavoro.

Ha promesso un programma di investimenti pubblico-privati da 300 miliardi di euro nei prossimi tre anni, combinando le esistenti e forse aumentate risorse del bilancio Ue e della Banca europea di investimenti con i fondi del settore privato, per costruire reti energetiche, broadband, di trasporto e cluster industriali.

"Abbiamo bisogno di una reindustrializzazione dell'Europa", ha detto il 59enne ex-primo ministro del Lussemburgo, che ha ottenuto il forte sostegno del gruppo socialista nel parlamento europeo oltre che del centro-destra, a cui appartiene.

La posizione che Juncker assume è la più potente nell'Ue. La Commissione propone e promulga leggi per 500 milioni di europei, dall'Irlanda alla Lituania.

Juncker sa che molti europei hanno perso la fiducia nell'Ue e si è detto convinto che i risultati economici e l'occupazione piena, e non il dibattito infinito sulle istituzioni europee, riporteranno la fiducia.

I partiti euroscettici hanno avuto grande consenso nelle elezioni europee dello scorso maggio in Francia e Gran Bretagna e hanno ottenuto oltre un quarto dei seggi a Strasburgo.

L'assemblea Ue ha dato il suo ok a Juncker con una chiara maggioranza di 422 voti a favore, 250 contrari, 47 astenuti e 10 nulli.   Continua...