Fsi (Cdp) potrà investire in turismo, agroalimentare, beni culturali

giovedì 10 luglio 2014 19:44
 

ROMA, 10 luglio (Reuters) - Un decreto firmato dal ministro dell'Economia Pier Carlo Padoan autorizza il Fondo strategico italiano (Fsi) ad ampliare le proprie attività d'investimento anche nei settori turistico-alberghiero, dell'agroalimentare e della distribuzione, della gestione dei beni culturali e artistici.

Lo annuncia un comunicato del Tesoro.

Finora il Fondo - controllato da Cassa depositi e prestiti (Cdp) - poteva investire sui settori della difesa, della sicurezza, delle infrastrutture, dei trasporti, delle comunicazioni, dell'energia, delle assicurazioni, dell'intermediazione finanziaria, della ricerca e innovazione e dei servizi pubblici.

"Il Fondo potrà investire anche in società che, seppur non costituite in Italia, oltre ad operare nei suddetti settori, controllano società presenti sul territorio nazionale in possesso di particolari requisiti di fatturato (almeno 50 milioni di euro) e di dipendenti (in numero non inferiore a 250). In questo modo, peraltro, sarà ancora più agevole attrarre capitali stranieri e promuovere processi di internazionalizzazione", dice la nota.

"In ogni caso le società oggetto dell'intervento del Fondo dovranno risultare in una stabile situazione di equilibrio finanziario, patrimoniale ed economico ed essere caratterizzate da adeguate prospettive di redditività", conclude la nota.

Sul sito it.reuters.com le notizie Reuters in italiano. Le top news anche su www.twitter.com/reuters_italia