LVenture punta a finanzare 15 startup all'anno, anche all'estero

giovedì 10 luglio 2014 16:23
 

MILANO, 10 luglio (Reuters) - LVenture, che ha dato il via ad un aumento di capitale da 4,97 milioni, punta a finanziare 15 startup digitali all'anno, anche all'estero, con lo scopo di ottenere alti ritorni da investimenti generalmente non superiori ai 200.000 euro.

"Pensiamo che investire sulle startup sia una grandissima opportunità per quanto riguarda il capitale umano e soprattutto che investire nelle fasi iniziali possa portare ad elevati capital gain", ha spiegato oggi agli investitori Luigi Capello, AD della società.

L'obiettivo è uscire dalle startup, che vengono scelte due volte all'anno nei settori Ict, e-commerce, online media, gaming ed apps, dopo quattro anni con un ritorno atteso medio pari a cinque volte gli investimenti.

La holding, al suo secondo aumento di capitale, ha già investito 2,8 milioni in startup, insieme a 6,6 milioni finanziati da coinvestitori terzi.

"Vogliamo aprirci sempre di più al deal flow internazionale", ha precisato Capello, ricordando che nell'ultimo anno e mezzo la società ha creato oltre 200 posti di lavoro e che punta a crearne almeno 150 all'anno.

L'AD ha sottolineato come 12 su 15 delle startup finanziate provengono dall'"acceleratore" Enlab, creato in collaborazione con l'università Luiss e controllato al 100% dalla società.

L'aumento di capitale in corso prevede l'emissione di massime 7,1 milioni di azioni ordinarie a 0,70 euro (di cui 0,35 euro come sovrapprezzo) in offerta agli azionisti fino al 25 luglio nel rapporto di due nuove azioni ogni tre possedute.

(Ilaria Polleschi)   Continua...