PUNTO 1-Rcs, Cairo sceso al 3% con conversione risp, non apprezzato bilancio

giovedì 10 luglio 2014 16:04
 

(aggiunge dettagli)

MILANO, 10 luglio (Reuters) - Urbano Cairo non ha acquistato nuove azioni di Rcs dopo il recente incremento al 3,67% e la sua quota si è pertanto diluita intorno al 3% a causa della conversione dei titoli risparmio in ordinari.

Lo ha detto l'editore a margine della presentazione dei palinsesti di La7, controllata da Cairo Communications.

"Ho sempre il mio famoso 3,67% che poi si è ridotto per effetto della conversione. Le mie azioni sono sempre quelle", ha dichiarato.

Cairo ha quindi spiegato che la decisione di votare contro il bilancio 2013 nell'ultima assemblea del gruppo editoriale è il segno che "non c'era una condivisione, un apprezzamento di quel tipo di bilancio".

"Non voglio entrare nel dettaglio, sarebbe poco elegante, ma è ovvio che quando voti contro non condividi".

Interpellato più volte sulla sua partecipazione nell'azionariato dell'editore del Corriere, l'imprenditore piemontese si è schermito dicendo che "è un argomento che non lo appassiona" e che "la società è gestita dal Cda e dall'AD e io sono nel 'parco buoi' degli azionisti".

"Per me questa azienda, se gestita in un certo modo, può creare valore. Chiaramente bisogna lavorarci", ha aggiunto.

Rcs ha chiuso il 2013 con una perdita netta di 218,5 milioni dal rosso di 507,1 milioni di un anno prima e con ricavi in calo del 13% a 1,3 miliardi.   Continua...

 

AGGIORNAMENTO

  • Italy
  • US
  • UK
  • Europe
PUNTO 1-Rcs, Cairo sceso al 3% con conversione risp, non apprezzato bilancio | Notizie | Società Estere | Reuters.com
    chart
  • FTSEMIB
    20,783.82
    -2.01%
  • FTSE Italia All-Share Index
    23,024.74
    -1.90%
  • Euronext 100
    1,026.46
    -0.16%