10 luglio 2014 / 13:48 / tra 3 anni

PUNTO 1-Cairo, raccolta stabile in sem1, non vede cedola straordinaria

(accorpa take, aggiunge dettagli)

MILANO, 10 luglio (Reuters) - Cairo Communications chiuderà il primo semestre con una raccolta pubblicitaria sostanzialmente stabile e punta allo sviluppo del gruppo anche col lancio di nuovi canali Tv. In questo contesto è improbabile che la dote ricevuta un anno e mezzo fa dal gruppo Telecom Italia per rilevare La7 venga utilizzata per un dividendo straordinario.

E’ quanto ha annunciato il presidente Urbano Cairo nel corso della presentazione dei palinsesti di La7, dove da metà settembre arriverà dalla Rai, con un contratto quinquennale, il conduttore Giovanni Floris.

A Floris sarà riservato il martedì di prima serata più una striscia quotidiana poco prima del telegiornale delle 20.

“Il mercato pubblicitario non è ancora positivo anche se è migliore di quello dell‘anno scorso”, ha detto. Per La7, sul semestre “non ci sono grandi segni più ma neanche certo il segno meno” e che nei periodici “c‘è stato un ottimo recupero ad aprile dopo il -10% del primo trimestre: il primo semestre sarà quindi a pareggio o poco sotto”.

Nel primo trimestre la pubblicità di La7 è cresciuta di circa il 5% e nel secondo trimestre ha subito a giugno l‘impatto della mancata trasmissione dei Mondiali di calcio.

IMPROBABILE CEDOLA STRAORDINARIA, CON MUX NUOVI CANALI TV

Il gruppo Cairo conferma dunque un trend generale, in termini di raccolta pubblicitaria e margini, migliore della media del settore, che gli ha permesso di riportare in pareggio La7 senza utilizzare gli 88 milioni ricevuti in dote con l‘acquisizione.

“Abbiamo un impegno a non usare la dote fino al 30 aprile 2015 se non per la ristrutturazione di La7. Poi questa somma rientra nella disponibilità del gruppo. Il dividendo straordinario non è la prima cosa che mi viene in mente, ci sono altre operazioni che si possono fare sul mercato”, ha dichiarato Cairo.

I piani sembrano più improntanti alla crescita che alla remunerazione immediata degli azionisti visto che anche il multiplex appena acquisito nella gara voluta dal governo (cui ha partecipato solo Cairo) verrà utilizzato per il lancio di nuovi canali. “Il multiplex sarà operativo da fine 2015, quando avrà una copertura del 90%. Certamente siamo interessati a lanciare nuovi canali”, ha detto. Sulla piattaforma potrebbe finire anche La7, che oggi affitta le frequenze da Persidera, la neonata jv tra l‘Espresso e TI Media (ex controllante di La7).

Urbano Cairo controlla quasi il 73% di Cairo Communciations.

In un mercato molto debole, il titolo alle 15,40 cede il 2,2%.

(Claudia Cristoferi)

Sul sito www.reuters.it altre notizie Reuters in italiano. Le top news anche su www.twitter.com/reuters_italia

0 : 0
  • narrow-browser-and-phone
  • medium-browser-and-portrait-tablet
  • landscape-tablet
  • medium-wide-browser
  • wide-browser-and-larger
  • medium-browser-and-landscape-tablet
  • medium-wide-browser-and-larger
  • above-phone
  • portrait-tablet-and-above
  • above-portrait-tablet
  • landscape-tablet-and-above
  • landscape-tablet-and-medium-wide-browser
  • portrait-tablet-and-below
  • landscape-tablet-and-below