Cdp punta a cedere partecipazioni per 4-5 mld - Gorno

giovedì 10 luglio 2014 13:24
 

ROMA, 10 luglio (Reuters) - Cassa depositi e prestiti (Cdp) punta a cedere quote di società partecipate per 4-5 miliardi.

Lo dice a Reuters l'amministratore delegato Giovanni Gorno Tempini a margine dell'assemblea dell'Abi.

"Il mercato rende i numeri volatili per definizione", 4-5 miliardi "è un valore congruo", spiega il manager della holding che fa capo per l'80% al ministero dell'Economia.

"Non posso dare indicazioni più precise. Di sicuro sono diversi miliardi, se 4 o 5 lo deciderà il mercato", aggiunge Gorno Tempini.

Cdp ha appena concluso il collocamento in Borsa di Fincantieri, controllata attraverso Fintecna. Inizialmente l'offerta era di 740 milioni di azioni, derivanti in gran parte da un aumento di capitale. L'offerta era dedicata per l'80% agli operatori istituzionali e per il 20% al pubblico indistinto e ai dipendenti.

Nell'ambito dell'offerta le richieste si sono fermate a 578 milioni di azioni, per circa il 70% dal retail e per la parte restante dagli istituzionali. Cdp a quel punto ha deciso di ridurre l'Ipo a 450 milioni di azioni, collocate per poco più del 10% agli investitori istituzionali e per quasi il 90% al retail.

Ad aprile 2013, durante un'audizione alla Camera, Gorno spiegò che Cdp doveva rafforzarsi patrimonialmente perché "il capitale è pienamente utilizzato" a garanzia degli impieghi.

Lo scorso autunno il governo di Enrico Letta aveva annunciato un programma di dismissioni del valore di 10-12 miliardi. La metà, 5-6 miliardi, era il frutto di dismissioni che Cdp avrebbe fatto per ricapitalizzarsi.

(Giuseppe Fonte)

Sul sito www.reuters.com altre notizie Reuters in italiano. Le top news anche su www.twitter.com/reuters_italia