Rottapharm ritira offerta globale vendita, cita mercato sfavorevole

giovedì 10 luglio 2014 10:13
 

MILANO, 10 luglio (Reuters) - Nel giorno della chiusura dell'offerta pubblica di vendita Rottapharm ha deciso di fare marcia indietro e di non sbarcare in borsa.

L'azionista venditore, Fidim, e i coordinatori dell'operazione hanno infatti ritenuto che "non si siano verificate le condizioni per un'operazione che rispecchi oggi il valore intrinseco della società, anche alla luce della sfavorevole situazione del mercato mobiliare domestico ed internazionale che hanno determinato un repentino cambiamento nelle aspettative degli investitori sugli assets europei ed in particolare dell'Europa Meridionale", come spiega una nota.

La forchetta di prezzo indicativa dell'offerta, che doveva portare la società al debutto in borsa il 16 luglio, era stata fissata a 7,25-9 euro, intervallo che attribuiva alla società una capitalizzazione tra 1,45 e 1,8 miliardi.

Global coordinator dell'operazione sono Deutsche Bank, Goldman Sachs, JP Morgan, che agiscono anche come bookrunner assieme a Banca Imi, Jefferies, Morgan Stanley.

Sul sito www.reuters.it altre notizie Reuters in italiano. Le top news anche su www.twitter.com/reuters_italia