Bce, a banche italiane oltre 200 mld da finanziamenti Tltro - Visco

giovedì 10 luglio 2014 11:16
 

ROMA, 10 luglio (Reuters) - Le banche italiane potranno attingere oltre 200 miliardi dai nuovi finanziamenti Tltro della Bce con un effetto positivo sull'economia compreso tra 0,5 e 1 punto di Pil in più entro il 2016.

Lo ha detto il governatore della Banca d'Italia Ignazio Visco intervenendo all'assemblea dell'Abi.

"L'ammontare potenzialmente disponibile per le banche italiane è cospicuo; può superare i 200 miliardi lungo l'intero orizzonte del programma", ha detto Visco illustrando gli effetti in Italia delle nuove operazioni annunciate dalla Bce per riportare l'inflazione vicina al target del 2%.

Nel ribadire che la Bce è pronta a considerare "nuove misure", Visco ricorda infatti che nell'Eurozona "la crescita è ancora molto debole" e l'inflazione "resta ben al di sotto dei valori compatibili con la stabilità dei prezzi".

"Gli effetti sull'economia italiana dell'insieme di misure adottate in giugno potranno essere rilevanti", dice Visco.

"Mantenute nel tempo, le variazioni dei tassi di interesse e del cambio che hanno fatto seguito agli annunci di quelle misure determinerebbero un aumento del Pil stimabile in circa mezzo punto percentuale da qui alla fine del 2016; i prezzi al consumo registrerebbero un rialzo di entità analoga".

"Se gli intermediari sfrutteranno appieno il finanziamento consentito dalle nuove operazioni, adeguando le condizioni praticate alla clientela al minor costo della loro provvista e rimuovendo le residue restrizioni all'offerta di credito, si potranno avere effetti positivi aggiuntivi sul Pil, fino a un altro mezzo punto percentuale da qui alla fine del 2016".

Per aiutare le banche, Bankitalia sta per ampliare la gamma di prestiti utilizzabili a garanzia dei finanziamenti Bce: "Le attività potenzialmente interessate da questa iniziativa sono stimabili in circa 120 miliardi al netto degli scarti di garanzia".

Visco dice che il rafforzamento patrimoniale delle banche sta continuando, come richiesto anche da Basilea 3: "L'analisi della qualità dei bilanci (Aqr) effettuata nell'ambito del comprehensive assessment è pressoché completata a livello nazionale; lo stress test è in corso. L'interazione con le banche e con la Bce è intensa".   Continua...