Commerzbank potrebbe pagare 600-800 mln dlr per chiudere indagine Usa

giovedì 10 luglio 2014 08:49
 

NEW YORK, 10 luglio (Reuters) - Commerzbank dovrebbe pagare tra i 600 e gli 800 milioni di dollari per chiudere un'indagine sui suoi accordi con l'Iran e altri paesi sottoposti a sanzioni Usa.

Lo riferiscono fonti vicine alla situazione, precisando che diverse autorità Usa, compreso il dipartimento di Giustizia, quello del Tesoro, la Federal Reserve e la procura distrettuale di Manhattan sono coinvolte nei colloqui.

Tra le presunte violazioni sotto indagine ci sono le transazioni di Commerzbank con la Shipping Lines dell'Iran, ha riferito una delle fonti.

La compagnia navale statale era stata sottoposta a sanzioni da parte degli Stati Uniti nel 2008 per il presunto sostegno alla proliferazione di armi di distruzione di massa. La fonte ha spiegato che Commerzbank è accusata di aver fatto affari con la società malgrado sapesse che era stata sanzionata.

Un rappresentante della banca non ha voluto fare commenti sulle accuse e sull'entità dell'accordo, che secondo una delle fonti dovrebbe essere raggiunto nelle prossime settimane.

Le autorità Usa stanno indagando anche su Unicredit , Credit Agricole, Societe Generale e Deutsche Bank per violazione delle sanzioni.

- Sul sito www.reuters.it le altre notizie Reuters in italiano. Le top news anche su www.twitter.com/reuters_italia