Unicredit lancia nuovo modello rete italiana, investe 350 milioni

mercoledì 9 luglio 2014 16:45
 

TORINO, 9 luglio (Reuters) - Unicredit riforma il modello organizzativo della propria rete in Italia per rispondere meglio ai bisogni dei clienti attraverso una integrazione massima dei diversi canali di vendita (filiali, internet banking...).

La nuova organizzazione "e' un passaggio chiave per il raggiungimento dei target fissati dal piano industriale del gruppo", ha detto l'ad Federico Ghizzoni in una conferenza stampa al termine della convention con oltre 5.000 dipendenti per la presentazione del progetto "Open, la banca è del cliente" che da novembre cambierà i rapporti tra la banca e la sua clientela.

Con questo modello la banca punta a migliorare operatività e ricavi, ad esempio aumentando la propria quota di mercato nella erogazione dei mutui dall'attuale 15% al 20% entro la fine del 2015.

Parallelamente saranno sviluppati nuovi business, con le filiali che diventano punti vendita di beni e servizi complementari (intermediazione immobiliare, store in partnership con brand prestigiosi nell'hi Tech, Wellness ecc).

Garantendo il presidio del territorio, Unicredit realizzerà 1.200 agenzie con aperture flessibili e 2.200 interventi sui suoi punti vendita. Complessivamente saranno spesi 350 milioni (su 1,5 miliardi previsti per l'Italia dal piano industriale) e saranno potenziati i contact center raddoppiando il numero degli addetti, dagli attuali 500 a 1.000 persone.

(Gianni Montani)

Sul sito www.reuters.it altre notizie Reuters in italiano. Le top news anche su www.twitter.com/reuters_italia

(Reporting By Gianni Montani)