Saras +3,5% su promozione SocGen, prezzo attraente per incremento quota Rosneft

mercoledì 9 luglio 2014 16:05
 

MILANO, 9 luglio (Reuters) - Saras in netto rialzo a Piazza Affari, a seguito della promozione di Societé Generale a HOLD da SELL, che ritiene il prezzo attuale attraente per un arrotondamento della quota da parte dei russi di Rosneft, attualmente al 21% del capitale, con l'eventualità del lancio di un'Opa sul 51% con un premio del 40%.

Intorno alle 15,20 il titolo guadagna il 3,5% a 0,99 euro e oltre 1 milione di pezzi scambiati, sotto la media.

"Il prezzo attuale di Saras secondo il nostro punto di vista è di nuovo attraente affinché Rosneft aumenti la propria quota e proponga un premio del 40% per prendere il controllo del raffinatore italiano, simile a quando comprò le azioni nell'aprile 2013", si legge nello studio.

SocGen ritiene che, a questi livelli attuali, possa ritornare l'ipotesi di una acquisizione da parte di Rosneft e questo sarebbe il "timing perfetto". La banca d'affari ricorda che i russi hanno rilevato il 21% di Saras al prezzo di 1,37 euro per azione e non hanno mai fatto mistero di essere interessati a un incremento della partecipazione. "Qualora Rosneft dovesse decidere di arrivare al 51% di Saras, ci attendiamo che l'acquisto venga fatto allo stesso prezzo dello scorso anno (1,37 euro), di cui una metà (del pacchetto acquistato) offerta dalla famiglia Moratti e un'altra metà acquistata direttamente sul mercato. In quel caso stimiamo un rally minimo del prezzo del 15%, se Rosneft decidesse di acquistare il 35% di flottante a un premio del 42%", scrivono gli analisti di SocGen.

Gianmarco Moratti e Massimo Moratti controllano l'azienda con quote paritarie del 25,011% secondo Consob.

"Il titolo sale sull'ipotesi di un'Opa con un premio del 40% per prendere il controllo da parte di Rosneft", dice un trader.

(Giancarlo Navach)

Sul sito www.reuters.it altre notizie Reuters in italiano. Le top news anche su www.twitter.com/reuters_italia