PUNTO 2-Mediatrade, Pier Silvio Berlusconi e Confalonieri assolti e prescritti

martedì 8 luglio 2014 17:48
 

di Sara Rossi

MILANO, 8 luglio (Reuters) - I giudici della seconda sezione penale del Tribunale di Milano hanno in parte assolto e in parte prescritto il vice presidente di Mediaset Pier Silvio Berlusconi e il presidente Fedele Confalonieri, nell'ambito del processo Mediatrade su una presunta frode fiscale relativa al consolidato del gruppo.

In particolare per il figlio dell'ex premier e Confalonieri, accusati di frode fiscale, è scattata la prescrizione in relazione agli episodi relativi al 2005, mentre per quelli relativi al 2006, al 2007 e al 2008 sono stati assolti perché "il fatto non costituisce reato".

"E' una sentenza importante perché chiude un processo durato anni - ha commentato il legale di Berlusconi, Niccolò Ghedini - e riconosce la linea che abbiamo sempre sostenuto e la totale estraneità di Pier Silvio Berlusconi".

Al termine di una camera di consiglio iniziata giovedì scorso, i giudici hanno anche in parte assolto e in parte prescritto Frank Agrama, considerato dall'accusa un socio occulto di Silvio Berlusconi e anch'egli imputato di frode fiscale.

L'ex premier, inizialmente coinvolto in questo procedimento, è stato poi prosciolto definitivamente in fase di udienza preliminare.

Il processo di primo grado - in cui erano imputate complessivamente dieci persone, accusate a vario titolo di frode fiscale e riciclaggio - è uno stralcio del procedimento principale sulla compravendita dei diritti tv Mediaset, che lo scorso anno ha visto Silvio Berlusconi condannato in via definitiva a quattro anni di carcere di cui tre coperti da indulto.

GHEDINI: DOVEVA ESSERE ASSOLTO ANCHE SILVIO BERLUSCONI   Continua...