Borsa Milano debole, fallisce rimbalzo con banche, bene Mediaset

lunedì 7 luglio 2014 13:17
 

MILANO, 7 luglio (Reuters) - Piazza Affari è ancora debole anche se tenta di recuperare terreno dai minimi della mattinata con scambi sottili e in un clima di borse europee incerto dopo i dati macro deboli della Germania.

Il listino milanese risente in particolare della continua debolezza dei bancari che già venerdì avevano risentito del profit warning dell'austriaca Erste Bank a causa di un aumento delle rettifiche su crediti in Ungheria e Romania, anche se il settore ha ridotto le perdite di stamattina.

L'attesa di un buon recupero degli indici dopo lo scivolone della seduta precedente sembra dunque svanire rafforzando in alcuni operatori la convizione che quello di venerdì non sia stato un movimento occasionale e legato solamente alla notizia di Erste Bank.

"Anche alla luce degli precedenti dati macro, c'è un complessivo, e direi anche vistoso, rallentanamento della crescita economica" dice un'operatrice commentando il dato di stamane sulla produzione industriale tedesca scesa dell'1,8% su mese a maggio a fronte di attese di una variazione nulla, il calo maggiore da oltre tre anni.

Al peggioramento del quadro macro va ad aggiungersi "un calo di liquidità disponibile sul mercato anche dovuto ai diversi aumenti di capitale, specialmente nel settore bancario, e alle numerose Ipo che drenano risorse", osserva inoltre l'operatrice.

Attorno alle 13,00 l'indice FTSEMib cede lo 0,33% e l'Allshare lo 0,34%. Volumi fiacchi con 730 milioni di euro circa.

L'indice europeo FTSEurofirst 300 arretra dello 0,34%.

Sul mercato dei derivati, il futures sul FTSEMIb recupera a fatica quota 21.500 punti. Anche a Wall Street i contratti sugli indici di borsa si muovono in terreno lievemente negativo.

Tornando a Milano, tra i bancari, perdite oltre il 2% per POP EMILIA e MPS, in un settore bancario europeo debole e che cede lo 0,5%.   Continua...