Austria, per banca centrale esposizione Cee positiva, banche non devono uscire

lunedì 7 luglio 2014 12:31
 

VIENNA, 7 luglio (Reuters) - L'esposizione delle banche austriache verso i paesi Cee è generalmente positiva e quindi gli istituti non devono prendere in considerazione l'uscita dalla regione anche se devono aver ben presente i rischi che corrono.

Lo ha dichiarato la banca centrale austriaca in riferimento al profit warning lanciato venerdì da Erste Bank.

La banca austriaca ha infatti annunciato che accuserà nel 2014 una perdita record a causa di un aumento delle rettifiche su crediti per maggiori accantonamenti in Ungheria e Romania.

Secondo la banca centrale Erste è la più esposta rispetto ai concorrenti austriaci alle misure che il governo ungherese ha intenzione di adottare per aiutare gli istituti locali e i costi di queste misure dovrebbero essere comunque inferiori a quelli originati da provvedimenti simili nel 2011. Per ciò che riguarda la Romania, i problemi di Erste sono specifici della banca - secondo l'istituto centrale - e il paese appare in chiaro miglioramento.

Venerdì UniCredit e Intesa Sanpaolo hanno ceduto in borsa il 3% proprio sulla scia del profit warning di Erste in quanto presenti entrambe in Ungheria e Romania. Oggi intorno alle 12,15 perdono lo 0,4%, in linea con lo stoxx di settore in Europa.

Sul sito www.reuters.it altre notizie Reuters in italiano. Le top news anche su www.twitter.com/reuters_italia