July 4, 2014 / 5:08 PM / 3 years ago

PUNTO 1 - Carige chiude aumento con successo, sottoscritto il 99,9%

3 IN. DI LETTURA

MILANO, 4 luglio (Reuters) - L'aumento di capitale da 800 milioni di euro di Carige si è chiuso con successo registrando sottoscrizioni pari al 99,9%, per una cifra complessiva di 798,2 milioni circa.

Lo riferisce un comunicato della banca genovese, in cui si aggiunge che i diritti d'opzione non esercitati saranno offerti in Borsa dall'8 al 14 luglio, salvo chiusura anticipata.

I diritti potranno essere utilizzati per la sottoscrizione di nuove al prezzo di 0,10 euro ciascuna nel rapporto di 93 azioni ogni 25 diritti.

Dopo quelli di Banco Popolare, Pop Milano , Mps, Creval e Pop Sondrio (terminato stasera), va a buon fine un altro aumento di capitale del settore bancario facendo salire ad oggi l'ammontare della carta assorbita dal mercato a oltre 8,5 miliardi di euro su un totale di 10,8 miliardi.

Dopo la dura ispezione della scorsa estate, la Banca d'Italia aveva chiesto all'istituto un rafforzamento patrimoniale da 800 milioni che, nei piani iniziali dell'istituto, sarebbe stato raggiungibile in parte con cessioni di asset, - in primo luogo le due controllate assicurative nel ramo danni e vita - e per la parte residua con un aumento di capitale.

Tuttavia, le difficoltà incontrate nella processo di vendita delle assicurazioni e le richieste della Fondazione Carige che non disponeva della liquidità necessaria per sottoscrivere per intero la propria quota, avevano portato a rinviare i tempi della ricapitalizzazione.

Nel frattempo Carige, tra le quindici banche italiane sottoposte agli Aqr della Bce, ha varato il nuovo piano industriale e impresso una svolta radicale alla governance mentre la Fondazione, con una serie di vendite sul mercato e fuori mercato, ha progressivamente ridotto la propria partecipazione dall'iniziale 46,6% recuperando cassa per seguire l'aumento per la sua quota del 19%.

Anche l'altro azionista forte, il gruppo francese Bpce, ha annunciato la partecipazione per la propria quote del 9,98%.

Tra gli altri soci più piccoli Coop Liguria ha aderito con il suo 1,5% e lo stesso farà il gruppo Gavio con il suo 0,45%.

Questi ultimi due, insieme ad altre cooperative, alcune fondazioni bancarie e altri azionisti privati tra cui l'ex presidente Giovanni Berneschi, agli arresti domiciliari con l'accusa di truffa ai danni della banca genovese e di falso in bilancio e ostacolo all'attività degli organi di vigilanza, sono riuniti in un patto parasociale sul 6% del capitale.

Quanto all'ingresso di potenziali nuovi soci, ne prossimi giorni si potrebbero avere novità. Da tempo indiscrezioni stampa parlano di un possibile interesse di alcuni famiglie imprenditoriali genovesi, come i Malacalza e i Garrone. I riflettori sono puntati anche su possibile mosse di Investindustrial di Andrea Bonomi che in questo periodo è però impegnato nella contro-Opa su Club Med.

Sul sito www.reuters.it altre notizie Reuters in italiano. Le top news anche su www.twitter.com/reuters_italia

0 : 0
  • narrow-browser-and-phone
  • medium-browser-and-portrait-tablet
  • landscape-tablet
  • medium-wide-browser
  • wide-browser-and-larger
  • medium-browser-and-landscape-tablet
  • medium-wide-browser-and-larger
  • above-phone
  • portrait-tablet-and-above
  • above-portrait-tablet
  • landscape-tablet-and-above
  • landscape-tablet-and-medium-wide-browser
  • portrait-tablet-and-below
  • landscape-tablet-and-below