Renzi su Bundesbank: Europa è dei cittadini, non dei banchieri

venerdì 4 luglio 2014 13:20
 

ROMA, 4 luglio (Reuters) - L'Europa è dei cittadini e non dei banchieri. Lo ha dichiarato oggi il premier Matteo Renzi, commentando le critiche rivoltegli ieri dal presidente della Bundesbank, Jens Weidmann.

"Non ho visto polemiche con i politici tedeschi. Credo che dobbiamo condividere le regole che ci siamo dati. In Europa non c'è un patto di stabilità, c'è un Patto di stabilità e crescita", ha detto Renzi in conferenza stampa.

Riferendosi alle critiche di Weidmann, per il quale l'Italia deve ridurre il debito, il premier italiano ha detto che "il compito della Bundesbank è di assicurare il proprio obiettivo statutario, non di partecipare al dibattito politico italiano".

"Io rispetto il lavoro della Bundesbank. Quando la Bundesbank ha desiderio di parlare con noi è la benvenuta, partendo dall'assunto che l'Europa è dei cittadini, non dei banchieri, né italiani né tedeschi", ha concluso Renzi.

Sul sito www.reuters.it le altre notizie Reuters in italiano. Le top news anche su www.twitter.com/reuters_italia