Monetario ricco di liquidità guarda a nuovi dettagli su operazioni Bce

venerdì 4 luglio 2014 12:15
 

MILANO, 4 luglio (Reuters) - Liquidità abbondante e tassi schiacciati, che arrivano ad allinearsi al 'refi' Bce di 0,15% non prima della scadenza annuale, dopo aver agilmente superato la chiusura del semestre.

L'elevato livello dei fondi in eccesso fa da fluidificante agli scambi e permette una buona ripresa dei volumi, specie sul mercato garantito over the counter.

La statistica settimanale da Francoforte relativa ai rimborsi mette intanto in luce flussi in rientro per 4,015 miliardi di euro dopo i 4,48 miliardi di venerdì scorso e a fronte della mediana delle attese raccolte da Reuters a 4,3 miliardi.

Sullo sfondo le dichiarazioni particolarmente 'dovish' di Mario Draghi, che ha illustrato ieri alla stampa qualche dettaglio aggiuntivo sulle prossime operazioni 'ltro' a valenza "mirata", ovvero condizionate al trasferimento dei fondi all'economia reale.

L'Eurotower ha studiato un meccanismo che permette di controllare che la liquidità passata alle banche arrivi al settore privato pena la restituzione dell'importo.

"La Bce dispone già adesso di strumenti più che adeguati a tracciare l'utilizzo dei fondi... sono sempre più dettagliate le informazioni che le banche devono trasmettere alla banca centrale mettendola nelle condizioni di monitorare l'andamento degli investimenti e degli impieghi" commenta un addetto ai lavori.

"Detto questo, le misure Bce sono più che adeguate a far fronte alla situazione attuale ma possiamo dare per certo che l'economia reale riprenda concretamente a crescere e creare occupazione" aggiunge.

Tra le novità più tecniche annunciate ieri - che una parte degli 'Ecb watcher' peraltro prevedeva - la tempistica delle riunioni ogni sei in luogo di ogni quattro settimane e il conseguente prolungamento del periodo di riserva insieme alla pubblicazione dei verbali.

"Si tratta di tecnicismi che entreranno in vigore da gennaio... al momento il mercato non sembra particolarmente sensibile" aggiunge l'operatore.   Continua...