Unicredit, Intesa SP soffrono dopo profit warning Erste

venerdì 4 luglio 2014 11:46
 

MILANO, 4 luglio (Reuters) - Unicredit e Intesa Sanpaolo accusano un ribasso di almeno un punto percentuale in borsa stamani dopo che la terza maggiore banca europea, Erste Group Bank, ha avvertito che accuserà una perdita record nel 2014 a causa di un aumento delle rettifiche su crediti legati a maggiori accantonamenti in Ungheria e Romania, dove anche i due istituti italiani sono presenti.

Intorno alle 11,40 Unicredit e Intesa sono i titoli peggiori dell'indice delle blue chips Ftse Mib (-0,5%), accusando un calo dell'1,5% circa. Il comparto bancario europeo , che registra una delle flessioni settoriali più marcate, arretra dello 0,6%.

"Ci aspettiamo che l'annuncio di Erste accenderà i riflettori sulle banche esposte a Ungheria e/o Romania anche se l'impatto della ristrutturazione dei mutui in valuta in Ungheria e della revisione in Romania dovrebbe essere tra il trascurabile e il gestibile", scrive oggi Ubs in una nota ai clienti citando appunto Unicredit e Intesa.

Equita calcola che nell'immediato, "ipotizzando un incremento delle rettifiche 2014 simile a quello pubblicato da Erste, Unicredit potrebbe registrare maggiori rettifiche per 320 milioni e Intesa SP per 240 milioni".

Nel medio periodo invece, per entrambe le banche, il costo del rischio incorporato nelle stime di Equita (200 punti base per Intesa SP in Ungheria e 220 punti base per Unicredit in Romania) è invece in linea/superiore a quanto previsto dalle nuove guidance 2015 di Erste Bank (200 punti base in Ungheria e 150 punti base in Romania) "quindi il downside risk ci sembra piuttosto limitato", si legge nella nota odierna del broker italiano.

Sul sito www.reuters.it altre notizie Reuters in italiano. Le top news anche su www.twitter.com/reuters_italia