Borsa Milano chiude in rialzo, corrono Mediaset e Fiat, invariata Fincantieri

giovedì 3 luglio 2014 17:47
 

MILANO, 3 luglio (Reuters) - Piazza Affari archivia un'altra seduta positiva, corroborata dai dati sugli occupati Usa sopra le attese, anche se fra i trader comincia a emergere il timore che a questi livelli il mercato sia già in ipercomprato.

"Con i massimi di oggi è probabile che l'indice sia già arrivato e potremmo assistere a uno storno", osserva un broker.

L'indice FTSE Mib termina in rialzo dello 0,95% vicina ai massimi di seduta, così come l'Allshare. Il benchmarck europeo l'Ftseurofirst300 guadagna lo 0,93%. Volumi intorno ai 2,5 miliardi di euro.

La matricola FINCANTIERI chiude inchiodata al prezzo di collocamento al debutto a 0,78 euro. Una fonte vicina all'operazione ricorda che gli investitori retail, che reppresentano quasi il 90% del flottante, hanno diritto a una bonus share ogni 20 possedute se le manterranno per 12 mesi e questo potrebbe scoraggiarli a vendere.

Per contro FINECOBANK aggiunge un altro 4,25% al +8% segnato ieri al debutto in un contesto bancario misto che vede un buon rialzo di MPS (+1,32%) e vendite diffuse sulle popolari con la peggiore il BANCO POPOLARE (-2,79%). bene le due big INTESA SP e UNICREDIT <CRDI:MI> rispettivamente in crescita dello 0,6% e dell'1,67%.

Balzo intorno al 3% per FIAT che si avvicina al prezzo fissato per il recesso a 7,727 euro nell'ambito dell'operazione di integrazione con Chrysler. Lo stoxx di settore sale dell'1'%. "Il diritto di recesso potrebbe creare un floor al prezzo del titolo", commenta un analista di una sim italiana.

Sale del 2,3% e con volumi SAIPEM sul ritorno delle indiscrezioni stampa di una possibile cessione della quota in mano a ENI che guadagna l'1,04%.

Guadagna il 3,87% con buoni volumi MEDIASET che, in attesa della decisione su Digital+ di domani, è stata promossa a 'neutral' da Mediobanca Securities con target price a 3,82 euro da 3,47.

Tonica FINMECCANICA (+3,19%) sulla scia delle dichiarazioni dell'AD Mauro Moretti sul piano industriale e sulle offerte per AnsaldoBreda attese entro luglio.   Continua...