Fastweb-Telecom Sparkle, ucciso a Roma uno dei condannati -fonti

giovedì 3 luglio 2014 12:21
 

ROMA, 3 luglio (Reuters) - Silvio Fanella, condannato in primo grado per la vicenda Fastweb assieme all'imprenditore Gennaro Mokbel, è stato ucciso stamani a colpi di pistola in un appartamento a Roma. Lo riferiscono fonti giudiziarie.

Fanella è stato freddato nella zona della Camilluccia. I testimoni hanno visto scappare due uomini a bordo di un'auto, secondo la ricostruzione dei media.

Nella sparatoria è rimasto ferito un altro uomo, ricoverato al Gemelli in gravi condizioni.

Fanella lo scorso ottobre era stato condannato dal Tribunale di Roma a nove anni di carcere per associazione a delinquere transnazionale finalizzata al riciclaggio, in un caso di presunta frode e riciclaggio da 2 miliardi di euro.

Nello stesso procedimento Mokbel è stato condannato a 15 anni. Assolto invece il fondatore di Fastweb Silvio Scaglia, come pure l'ex Ad di Telecom Italia Sparkle Stefano Mazzitelli e altre cinque persone.

Secondo l'accusa ci sarebbe stata una "organizzazione criminale" che realizzava attività economiche fittizie per svariati miliardi di euro al fine di ottenere crediti di imposta a vantaggio di Fastweb e Telecom Sparkle, controllata di Telecom Italia.

Non sono ancora state depositate le motivazioni della sentenza di primo grado.

Sul sito www.reuters.it le altre notizie Reuters in italiano. Le top news anche su www.twitter.com/reuters_italia