Carige, Coop Liguria sottoscrive aumento pro-quota - Berardini

mercoledì 2 luglio 2014 15:57
 

MILANO, 2 luglio (Reuters) - Coop Liguria, azionista di Carige direttamente e indirettamente con l'1,5% del capitale, ha sottoscritto l'aumento di capitale della banca genovese per la quota di propria competenza con un investimento di 12 milioni di euro.

Lo ha detto a Reuters il presidente Francesco Berardini.

"Abbiamo partecipato (all'aumento di capitale) seguendo la nostra quota", ha detto Berardini spiegando che la decisione è stata presa dal consiglio della cooperativa la scorsa settimana.

Venerdì prossimo si chiude l'aumento di capitale da 800 milioni di Banca Carige i cui diritti non sono più quotati da lunedì scorso, e successivamente verrà messo all'asta l'eventuale inoptato.

Coop Liguria è membro di un patto parasociale sul 6% del capitale di Banca Carige e di cui fanno parte altre Coop, le Fondazioni CariCarrara, CariSavona e Banca Monte di Lucca oltre ad alcuni azionisti privati tra cui il gruppo Gavio, Bonsignore e l'ex presidente Giovanni Berneschi, agli arresti domiciliari con l'accusa di truffa ai danni della banca genovese e di falso in bilancio e ostacolo all'attività degli organi di vigilanza.

I principali soci, la Fondazione Carige e il gruppo francese Bpce hanno già annunciato l'adesione per le proprie quote, rispettivamente il 19% e il 9,98%.

Quanto all'igresso di potenziali nuovi soci da tempo indiscrezioni stampa parlano di un possibile interesse di alcuni famiglie imprenditoriali genovesi, come i Malacalza e i Garrone. I riflettori sono puntati anche su possibile mosse di Investindustrial di Andrea Bonomi che in questo periodo è però impegnato nella contro-Opa su Club Med.

(Andrea Mandalà)

Sul sito www.reuters.it altre notizie Reuters in italiano. Le top news anche su www.twitter.com/reuters_italia