Crisi, stretta credito drammatica, rafforzare Borsa - Consob

mercoledì 2 luglio 2014 15:16
 

ROMA, 2 luglio (Reuters) - L'impatto "drammatico" della stretta creditizia rende "urgente" rafforzare la Borsa come canale di finanziamento delle imprese, soprattutto se di piccole e medie dimensioni.

Lo ha detto il presidente della Consob, Giuseppe Vegas, mostrando apprezzamento per il decreto sulla competitività d'impresa in corso di esame in Senato.

"La crisi finanziaria, la recessione economica e il nuovo quadro regolamentare di riferimento hanno messo in evidenza come difficilmente il nostro sistema creditizio potrà continuare a rappresentare il prevalente canale di finanziamento dell"economia", dice Vegas in commissione Industria.

"Occorre dunque agire, da un lato, per accrescere il ruolo del mercato azionario ed obbligazionario e, dall'altro, per promuovere forme innovative di intermediazione non bancaria, in grado di riattivare i meccanismi di trasmissione del risparmio all'economia reale".

Il decreto prevede incentivi fiscali (la 'Super Ace') per le aziende che si quotano con aumenti di capitale e tutta una serie di misure che dovrebbero favorire le emissioni obbligazionarie.

Vegas vede "segnali incoraggianti di ripresa del mercato azionario" e ricorda come, a fronte delle due Ipo del 2013, quest'anno sono previste 16 nuove quotazioni.

Ciononostante, la Consob ritiene che i contenuti del decreto di per sé non potranno garantire alle aziende i benefici dell'attuale finestra di mercato.

"Occorrerà che le imprese e gli altri operatori del mercato siano capaci di cogliere i principi innovatori che animano questa legislazione e di mettere così in atto quel cambiamento che può consentire alle nostre imprese di crescere e competere sui mercati internazionali", dice Vegas.

Sul sito www.reuters.com altre notizie Reuters in italiano. Le top news anche su www.twitter.com/reuters_italia