Borsa Milano prosegue in buon rialzo, bene Fineco al debutto, al palo Telecom

mercoledì 2 luglio 2014 11:52
 

MILANO, 2 luglio (Reuters) - Piazza Affari prosegue positiva in un mercato che non intende stornare, sulla scia dei nuovi massimi toccati ieri da Wall Street.

"Si sale con poca volatilità. Tutti si aspettavano un calo di Wall Street e, invece, si prosegue al rialzo con spunti selettivi", osserva un trader.

Intorno alle 12,00 l'indice FTSE Mib sale dello 0,67%, il FTSE All Share dello 0,64%. In Europa il benchmark FTSEurofirst 300 avanza dello 0,28%. Volumi sotto al miliardo di euro.

Positivo il debutto in borsa di FINECO, la banca multicanale controllata da UniCredit : stamani ha aperto con un balzo dell'8% a un massimo di 4,018 euro per poi ridurre il guadagno a +5,6% a 3,90 euro. Il titolo è partito con un prezzo di 3,7 euro, nella parte bassa della forchetta fra 3,5 e 4,4 euro. "La quotazione è andata molto bene, c'è un buon interesse", spiega un broker.

Sul resto del listino ancora denaro sulle banche, in particolare UNICREDIT (+1,12) e le popolari: POP MILANO (2,2%), POP EMILIA (+1,4%). Buona intonazione anche per MPS dopo il rally di ieri che sale dell'1,6%.

Ben raccolta FIAT che sale del 2,5% a fronte dello stoox auto europeo in salita dell'1,16% dopo il balzo delle vendite negli Usa (+9%) di Chrysler a giugno, mentre in Italia si fermano al +2,8%. In un report Icbpi rileva che "il dato molto positivo sulle vendite Chrysler in Usa sostanzia la salute dei marchi statunitensi, mentre in Europa Fiat è vista continuare a sottoperformare, svantaggiata dalla mancanza di un portafoglio prodotti in grado di soddisfare la crescita - seppur moderata - nella domanda di autovetture nella Ue".

Molto forte MEDIASET che del 2,8% dopo il vicepresidente, Pier Silvio Berlusconi, ha confermato che la società è in contatto con la tv del Qatar Al Jazeera e altri operatori per eventuali partnership sulla pay tv Premium in Italia.

Poco mossa ENI, mentre TELECOM ITALIA è al palo con un ribasso dello 0,76%. Le dichiarazioni del presidente, Giuseppe Recchi, oggi a un quotidiano, secondo cui la società è già una public company dove Telefonica non influenza il management, "hanno impatto neutrale" sul titolo secondo Akros. Per Icbpi, "sono coerenti con le linee strategiche delineate dall'Ad Patuano".

Fra i minori balzo di SNAI (+4,4%) e CENTRALE DEL LATTE TORINO (+4,3%).   Continua...