Italia, resta rischio deflazione, Pil 2014 visto "debolmente positivo"-Istat

lunedì 30 giugno 2014 17:21
 

ROMA, 30 giugno (Reuters) - Non ci sono ancora chiari segnali di allontanamento dal rischio di deflazione, dice oggi Istat, che vede una variazione media annua del Pil 2014 "debolmente positiva".

"Non sembrano ancora emergere chiari segnali di allontanamento dal rischio di deflazione", sottolinea nella Nota mensile l'istituto di statistica, che stamani ha diffuso i dati preliminari dell'inflazione di giugno: +0,3% su anno, minimo da ottobre 2009.

Riguardo al Pil, Istat spiega che nel secondo trimestre "la variazione congiunturale del Pil è prevista ricadere in un intervallo compreso tra -0,1% e +0,3% Il Pil è previsto evolvere intorno a ritmi sostanzialmente analoghi anche nella seconda metà dell'anno in corso".

"La variazione del prodotto lordo nella media del 2014 risulterebbe debolmente positiva".

L'istituto sottolinea inoltre che "il recupero dei ritmi di attività economica dovrebbe risultare più graduale di quanto atteso all'inizio dell'anno", e che nel secondo trimestre "l'attività produttiva dell'industria (al netto delle costruzioni) potrebbe risultare stazionaria".

Sul sito www.reuters.it le altre notizie Reuters in italiano. Le top news anche su www.twitter.com/reuters_italia