Italcementi, già oltre 92% C.Francais con Opa, Pesenti esclude ritocco prezzo

lunedì 30 giugno 2014 12:46
 

MILANO, 30 giugno (Reuters) - Italcementi ha superato questa mattina il 92% del capitale di Ciments Francais in seguito alle adesioni all'Opa sulle minorites della società francese che si chiuderà giovedì prossimo.

Lo riferisce una fonte vicina all'operazione dopo che secondo l'ultima segnalazione dell'Autorità francese sui mercati finanziari (Amf) venerdì scorso Italcementi aveva superato la quota del 95% dei diritti di voto e del 91% del capitale.

Nell'ambito del piano di semplificazione della struttura societaria e rafforzamento del gruppo, Italcementi ha lanciato un'offerta di acquisto volontaria sulle azioni di Ciments Francais, di cui possedeva l'84,48% del capitale e il 91,38% dei diritti di voto, al prezzo di 79,5 euro per azione con l'obiettivo di delistare il titolo dalla borsa di Parigi.

Lo squeeze out, allo stesso prezzo di 79,5 euro, avverrà al raggiungimento della quota del 95% del capitale e diritti di voto e solitamente la maggior parte delle adesioni arriva negli ultimi giorni dell'Opa.

Oggi in un'intervista a Les Echos l'AD di Italcementi, Carlo Pesenti ha detto che "non ci sarà nessun rilancio dell'offerta su Ciments Francais".

"Quanto a coloro che desiderano restare azionisti del gruppo, posso solo incoraggiarli a reinvestire in Italcementi", aggiunge l'AD.

Relativamente alla struttura di controllo del gruppo, al termine di tutta l'operazione Italmobiliare arriverà a detenere il 45% di Italcementi, mentre il fondo Usa First Eagle, investitore storico del gruppo bergamasco, diventa il secondo azionista con il 10%, spiega Pesenti.

Anche se la quota di Italmobiliare scende sotto il 50% rendendo Italcementi teoricamente contendibile, la famiglia Pesenti conserverà un controllo molto forte sul gruppo.

"Con questa quota di controllo del 45% non riesco a immaginare un'operazione ostile sul nostro gruppo", dice Pesenti.   Continua...