27 giugno 2014 / 07:53 / 3 anni fa

PUNTO 2-Ipo Fineco, prezzo fissato a 3,7 euro, offerta coperta 3 volte

(Accorpa pezzi e aggiunge commenti fonte)

di Elisa Anzolin

MILANO, 27 giugno (Reuters) - L‘Ipo di Fineco si è conclusa con una domanda pari a tre volte l‘offerta e con un prezzo pari a 3,7 euro per azione, nella parte bassa della forchetta indicativa fissata inizialmente a 3,5-4,4 euro e poi ristretta a 3,7-4 euro.

La cifra attribuisce alla società, che si prepara a debuttare in Borsa il prossimo 2 luglio, una capitalizzazione pari a 2,243 miliardi di euro.

Nell‘operazione, Unicredit ha venduto 181,9 milioni di azioni, pari al 30% della società (che potrebbe salire a 34,5% nel caso di integrale esercizio della greenshoe), incassando 673 milioni di euro (774 milioni), con una plusvalenza di circa 360 milioni (410 milioni), che sarà allocata a riserve di capitale.

L‘impatto positivo sul common equity tier 1 del gruppo UniCredit calcolato sulla base di Basilea 3 a regime è stimato pari a circa 14 punti base (16 punti base in caso di esercizio della greenshoe).

Secondo quanto riferito da due fonti vicine alla situazione, l‘Ipo di Fineco ha ricevuto una domanda pari a tre volte l‘offerta.

“E’ stata coperta tre volte, l‘operazione è stata aiutata dal fatto che è una storia di successo, facile da raccontare”, spiega una delle due fonti.

Il prezzo nella parte bassa della forchetta “è stato determinato dal bookbuilding”, osserva una terza fonte vicina all‘operazione, sottolineando che si tratta comunque di valori a premio rispetto alle altre società di gestione del risparmio quotate a Piazza Affari. In realtà le attività di Fineco sono rappresentate solo in parte dai servizi di investimento, che contano per poco meno di un terzo del fatturato. Per il resto si divide tra servizi bancari online e attività di brokeraggio.

Il prezzo è stato fissato nella parte bassa della forchetta “probabilmente per non fare flop il primo giorno”, ipotizza un altro operatore.

L‘offerta di Fineco, la terza del 2014 su Mta e fino ad ora la più grande in termini di capitalizzazione, è avvenuta in un momento delicato per le Ipo, riapparse in modo massiccio sul mercato italiano dopo una lunga assenza.

Dopo lo sbarco di Anima ad aprile, martedì scorso ha debuttato a Piazza Affari Cerved, che è subito scesa sotto il prezzo di collocamento senza più recuperarlo.

Fincantieri, che ha avviato il roadshow lo stesso giorno di Fineco e la cui offerta termina oggi, a mercoledì sera ancora non aveva coperto la parte istituzionale dell‘offerta e, per compensarla, probabilmente amplierà la percentuale dedicata al retail e ridurrà o eliminerà la parte messa in vendita dall‘azionista Fintecna.

Pronte a partire ci sono anche le Ipo di Rottapharm e Sisal, con un effetto di sovraffollamento sul mercato, amplificato dalla raffica di aumenti di capitale degli ultimi mesi.

I coordinatori dell‘offerta di Fineco sono Unicredit e Ubs che, con Mediobanca, sono anche bookrunner.

-- ha collaborato Paola Arosio

Sul sito www.reuters.it le altre notizie Reuters in italiano. Le top news anche su www.twitter.com/reuters_italia

0 : 0
  • narrow-browser-and-phone
  • medium-browser-and-portrait-tablet
  • landscape-tablet
  • medium-wide-browser
  • wide-browser-and-larger
  • medium-browser-and-landscape-tablet
  • medium-wide-browser-and-larger
  • above-phone
  • portrait-tablet-and-above
  • above-portrait-tablet
  • landscape-tablet-and-above
  • landscape-tablet-and-medium-wide-browser
  • portrait-tablet-and-below
  • landscape-tablet-and-below