BORSE ASIA-PACIFICO - Negative su prospettive crescita Usa

venerdì 27 giugno 2014 08:38
 

INDICE                        ORE  8,30    VAR %    CHIUS. 2013
 ASIA-PAC.                     492,26       -0,06    468,16
 TOKYO                         15.095,00    -1,39    16.291,31
 HONG KONG                     23.169,40    -0,12    22.656,92
 SINGAPORE                     3.270,59     -0,24    3.167,43
 TAIWAN                        9.306,83     -0,15    8.611,51
 SEUL                          1.988,51     -0,33    2.011,34
 SHANGHAI COMP                 2.038,34     -0,02    2.115,98
 SYDNEY                        5.445,10     -0,35    5.352,21
 MUMBAI                        25.110,78    0,19     21.170,68
 Sui mercati asiatici è tornato il segno meno a causa delle
preoccupazioni che si stanno diffondendo fra gli investitori per
la crescita dell'economia Usa. 
       Intorno alle 8,30% italiane l'indice Msci dell'area
Asia-Pacifico, che non comprende Tokyo, segna
+0,06% a 492,25 punti.
    SYDNEY chiude in ribasso, -0,4%,  dopo una seduta piatta che
si è fatta influenzare dalla caduta di  Wall Street e i timori
di aumenti dei Tassi in Usa. I titoli bancari sono si sono mossi
al ribasso mentre in controtendenza sono andate le azioni del
comparto minerario e della difesa.     
    SEOUL ha chiuso in leggero ribasso, ma in crescita dell'1%
nella settimana, mentre il won ha segnato il massimo degli
ultimi 6 anni sulla valuta Usa. 
    HONG KONG chiude in perdita dopo che ieri aveva avuto una
forte recupero. Il calo è stato trainato dai titoli del settore
assicurativo che si sono ritratti dai massimi dei primi giorni
di giugno. Il giorno 19 Nomura ha pubblicato un report in cui si
esprimeva preoccupazione per l'esposizione del comparto
assicurativo  nel finanziamento di opere infrastrutturali.  
    Prada perde lo 0,27%.
    SHANGHAI  le tre new entry che hanno debuttato ieri, Feitian
Technologies, Wuxi Xuelang Environmental Technology
 e Shandong Longda Meat Foodstuff sono
cresciute del 10%. 
    MUMBAY si muove in controtendenza sostenuta dai titoli Blue
chip come la compagnia petrolifera Oil and natural gas corp.
 che sta recuperando l'1,2% dopo la caduta del 5,8% di
ieri. Tocca un massimo il comparto farmaceutico. Le azioni di
Ranbaxy Laboratories sono cresciute oltre il 4% dopo
che ieri la Food and drug administration Usa ha approvato la
versione generica del farmaco per controllare la pressione
Diovan prodotto da Novartis.
      
    
Sul sito it.reuters.com le notizie Reuters in italiano. Le top
news anche su www.twitter.com/reuters_italia