Cdp, assemblea autorizza vendita 1,501% di azioni proprie

mercoledì 25 giugno 2014 13:14
 

ROMA, 25 giugno (Reuters) - L'assemblea di Cassa depositi e prestiti (Cdp) autorizza il cda a vendere le azioni proprie in portafoglio, pari all'1,501% del capitale.

"Le azioni potranno essere vendute agli attuali azionisti al prezzo che sarà determinato dalla perizia di stima. Le eventuali azioni residue potranno essere vendute a fondazioni di origine bancaria anche non socie, a un prezzo non inferiore a quello risultante dalla perizia di stima", spiega la holding in una nota.

L'autorizzazione alla vendita è stata accordata per la durata di diciotto mesi a partire dalla data della deliberazione assembleare.

Cdp è controllata all'80% dal Tesoro e al 18,4% da diverse Fondazioni bancarie.

Le azioni proprie erano state acquistate da Cdp nel marzo 2013, ai fini del rimborso delle azioni privilegiate delle fondazioni che, in occasione della conversione delle azioni privilegiate in azioni ordinarie, avevano esercitato il diritto di recesso.

Sul sito www.reuters.com altre notizie Reuters in italiano. Le top news anche su www.twitter.com/reuters_italia