Wind fissa condizioni per bond 6 anni in 3 tranche in euro e dlr-Ifr

martedì 24 giugno 2014 16:32
 

LONDRA, 23 giugno (Reuters) - Il gruppo di telecomunicazioni italiano Wind, controllato dalla russa Vimpelcom, ha fissato le condizioni finali del bond senior secured a 6 anni in tre tranche, del valore complessivo pari a 4,065 miliardi di euro, lanciato ieri.

Lo riferisce il servizio Ifr di Thomson Reuters.

La tranche in euro a tasso fisso da 2,1 miliardi (inizialmente di 2,15 miliardi), callable dopo il secondo anno, garantirà un rendimento del 4%, dopo una prima indicazione in area 4,25%, poi rivista al 4%-4,25%.

La tranche in dollari a tasso fisso da 1,9 miliardi, callable dopo il secondo, avrà un rendimento del 4,75%, dopo una prima indicazione "appena sotto il 5%", poi rivista a 4,75%-5%.

Infine la tranche a tasso variabile, da 575 milioni di euro (inizialmente di 500 milioni), callable dopo il primo anno, avrà un rendimento di 400 punti base sopra l'Euribor a 3 mesi, dopo una prima indicazione compresa tra 400 e 425 pb.

Global coordinator e bookrunner del collocamento sono Deutsche Bank per la tranche in euro e Credit Suisse per quella in dollari, coadiuvate da Banca Imi, Barclays, Citi, Hsbc, Societe Generale, Bnp Paribas, Credit Agricole, Ing, Natixis, Alfa-Bank e Unicredit.

Ieri Moody's ha confermato il rating B2 di Wind ed assegnato una valutazione Ba3 all'emissione; oggi invece Fitch ha downgradato Wind a B+ da BB-, con outlook stabile, assegnando un BB- al bond.

Quello appena lanciato è il secondo 'jumbo bond' di Wind quest'anno: ad aprile la società aveva collocato un'obbligazione composta da una tranche in euro da 1,75 miliardi e da una in dollari da 2,8 miliardi.

Sul sito www.reuters.it le altre notizie Reuters in italiano. Le top news anche su www.twitter.com/reuters_italia