Argentina vuole pagare debito, ma ostacolata da sentenza Usa-annuncio

martedì 24 giugno 2014 11:19
 

MILANO, 24 giugno (Reuters) - L'Argentina ha pubblicato un annuncio a pagamento su La Repubblica in cui spiega che il paese vuole continuare a onorare il proprio debito pubblico, ma ciò gli è impedito dalla recente sentenza negli Stati Uniti che impone il pagamento di 1,5 miliardi di dollari agli hedge fund che hanno fatto ricorso legale contro la ristrutturazione del debito dopo il default del 2001-2002.

"L'Argentina vuole continuare a pagare il suo debito, come ha fatto sin dal 2005, ma oggi è ostacolata dalla sentenza del giudice Thomas Griesa e il rifiuto della Corte suprema Usa ad accogliere l'appello" si legge nell'annuncio apparso su Repubblica e pubblicato anche sullo spagnolo El Pais e nei giorni scorsi sui giornali Usa.

Nell'annuncio - che occupa un'intera pagina e che ripercorre le vicende del default argentino e della successiva ristrutturazione del debito - si ricorda come dal 2003 in poi Buenos Aires abbia "regolarmente cancellato entro i termini previsti tutto il debito ristrutturato per oltre 190 miliardi di dollari Usa senza ricorso al mercato finanziario".

L'Argentina spiega che il pagamento degli 1,5 miliardi di dollari agli hedge fund costringerebbe al pagamento nell'imminente futuro dell'intero importo di 15 miliardi di tutti i bond in default non rientrati nel concambio, una cifra corrispondente al 50% delle riserve del paese, spingendolo "verso un nuovo default".

Sul sito www.reuters.it le altre notizie Reuters in italiano. Le top news anche su www.twitter.com/reuters_italia