Btp positivi, focus su dati macro, spread stringe a 149 pb

lunedì 23 giugno 2014 12:33
 

MILANO, 23 giugno (Reuters) - Dopo un'apertura in lieve
calo, l'obbligazionario italiano passa in territorio positivo,
in linea con l'intera periferia, invertendo la rotta rispetto
alle ultime sedute della settimana scorsa, in un mercato molto
sottile che resta in attesa di una settimana ricca di spunti sul
fronte macro. 
    In tarda mattinata, il differenziale di rendimento tra Btp e
Bund sul tratto a dieci anni stringe a 149 punti
base dopo aver toccato i 151 pb in avvio e dopo la chiusura di
venerdì a 149 pb. Parallelamente, il rendimento del 10 anni
 passa a 2,82% dal 2,84% della chiusura di venerdì.
    Dopo le aste sui titoli di Stato a breve delle ultime
settimane in Italia ma anche in altri Paesi della periferia -
che hanno registrato richieste elevatissime - l'obbligazionario
italiano sta assistendo a un leggero movimento di irripidimento
sulla parte breve della curva, in controtendenza con quello di
'appiattimento' nei Paesi 'core'.  
    "E' evidente che per il periodo estivo le maggiori banche
scelgono di parcheggiare la liquidità sui titoli di Stato a
brevissimo dei Paesi periferici, ancora in grado di offrire un
rendimento positivo a fronte di quello praticamente negativo dei
Bot tedeschi e francesi", spiega un delaer. 
    Unica fonte di preoccupazione per gli investitori potrebbe
giungere dall'acuirsi delle situazioni geopolitiche, soprattutto
in Iraq, Ucraina e Argentina, nei prossimi mesi.
    "L'estate si è già delineata, non mi aspetto una grossa
volatilità. Il rendimento del decennale dovrebbe restare tra il
2,75 e il 3% a meno che non si verifichi un peggioramento delle
situazioni geopolitiche su quei tre fronti", aggiunge. 
    
    FOCUS SU DATI MACRO DELLA SETTIMANA
    Intanto sul fronte macro ha preso il via una settimana che
sarà scandita dalla diffusione di molti dati macroeconomici. Si
è partiti stamane con l'indice del settore privato della zona
euro che ha evidenziato a giugno un imprevisto rallentamento nel
tasso di espansione: la stima flash sui direttori acquisto a
cura di Markit mostra un indice composito a 52,8 da 53,5 finale
di maggio e del consensus. Nel dettaglio, Francia e Germania
continuano a procedere a velocità distinta: se l'economia
tedesca mostra un frazionale raffreddamento nel ritmo di
espansione rispetto a maggio, quella francese evidenzia una
nuova contrazione e il peggior risultato da quattro mesi a
questa parte.
    Inoltre la lettura preliminare del Pmi sul settore
manifatturiero cinese di giugno, a cura di Hsbc, ha mostrato il
primo incremento da sei mesi a questa parte, con l'indice
generale portatosi a 50,8 da 49,4 del mese scorso, superando
ampiamente il 49,7 del consensus dei mercati finanziari
.
    Infine sul fronte dell'offerta, si avvicina l'appuntamento
con le aste di fine mese e venerdì sera il Tesoro ha annunciato
che mercoledì 25 metterà a disposizione degli investitori tra
2,5 e 3,5 miliardi di Ctz Btp indicizzati a dieci anni. In
arrivo questa sera a mercato chiuso i dettagli dell'asta Bot
semestrali di giovedì 26.

============================= 12,30 ============================
FUTURES BUND GIUGNO         146,04   (+0,2)  
FUTURES BTP GIUGNO          125,37   (+0,24)   
BTP 2 ANNI (MAR 16)     102,944  (+0,036)  0,676%
BTP 10 ANNI (MAR 24)   114,371  (+0,199)  2,815%
BTP 30 ANNI (SET 44)   112,783  (+0,579)  4,056% 
========================= SPREAD (PB)===========================
           
                                                 ULTIMA CHIUSURA
 
TREASURY/BUND 10 ANNI  128           127 
BTP/BUND 2 ANNI           65            65        
 
BTP/BUND 10 ANNI       149           148 
  livelli minimo/massimo             147,8-152,3  144,4-150,3   
BTP/BUND 30 ANNI       178           180
SPREAD BTP 10/2 ANNI                   213,9         212,7  
SPREAD BTP 30/10 ANNI                  124,1         125,2
================================================================
    
 
 -  Sul sito www.reuters.it le altre notizie Reuters in
italiano. Le top news anche su www.twitter.com/reuters_italia